Open Europe: il comico-politico vince il doppio dei seggi dei “candidati di Bruxelles”

Un primo commento a caldo di Open Europe sul risultato delle elezioni italiane che scompagina le fila europee dell'austerità

di Carmen Gallus, curatrice Dall'Estero, pubblicato il
Un primo commento a caldo di Open Europe sul  risultato delle elezioni italiane che scompagina le fila europee dell'austerità

Open Europe –  Ormai abbiamo un’idea abbastanza precisa dei risultati delle elezioni politiche in Italia. E ci sono due vittime: la stabilità dell’eurozona e Mario Monti. Il vincitore: il comico-politico Beppe Grillo. Sapevamo già da ieri che ci sarebbe stato un Senato senza maggioranza, il che rappresenta una grande sfida alla possibilità di formare un governo funzionale. Ma che dire della Camera bassa – la Camera dei deputati? Bene, dato il conteggio quasi completato le proiezioni sull’assegnazione dei seggi (per gentile concessione di Rai) saranno molto probabilmente assai vicine ai risultati finali. La coalizione di centro sinistra di Bersani è riuscita ad ottenere una maggioranza. Il divario tra la coalizione di centro sinistra di Bersani e il centro-destra di Berlusconi è di circa 0,4%, per cui la differenza enorme in seggi è dovuta al sistema elettorale Italiano (che dà alla coalizione o di partito di maggioranza relativa una maggioranza automatica di quasi il 54%). Ma il vero shock è questo: il Movimento a cinque stelle di Beppe Grillo – il partito venuto fuori dal nulla e il cui leader vuole tenere un referendum sull’adesione all’euro e la ristrutturazione del debito del paese – sembra destinato a diventare il più grande partito della Camera, e il secondo maggior partito al Senato. Questo supera tutte le aspettative (sebbene vi avessimo avvertito! ). Grillo dovrebbe prendere 110 seggi, più del doppio di quelli di Mario Monti – il Primo Ministro tecnocrate uscente che era il favorito di Berlino e Bruxelles. Monti avrà solo 46 parlamentari. risultati elezioni grafico   La dimensione di questa sconfitta era abbastanza evidente alla conferenza stampa di Monti, in cui ha dichiarato di essere “molto soddisfatto” dei risultati delle elezioni, ma era visibilmente emozionato (parola grossa, ndt). Al contrario, un Grillo rilassato e trionfante intervistato da ‘La Cosa’ – stazione radio / TV ufficiale del Movimento cinque stelle – ha detto che “avrebbe preso un altro tè caldo e poi dritto a letto”. Che così tanti italiani abbiano votato per l’anti-austerità è di cattivo augurio per la capacità dell’ eurozona di proseguire con le sue ricette di rigore fiscale. Vi forniremo un’analisi più dettagliata una volta che avremo analizzato i risultati finali. Ma almeno per ora, non ci sono dubbi su chi riderà ultimo … NB: La ripartizione di cui sopra non comprendono i 12 deputati eletti dagli italiani residenti all’estero e il deputato eletto in Valle d’Aosta, che sono soggetti a norme diverse – un piccolo dettaglio, che non cambia il quadro generale.   Articolo originale: Shocker in Italy: A comedian-cum-politician wins twice as many seats as the ‘Brussels candidate’  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Visti dall`estero