Obbligo di mascherina per attività motoria? Arriva la precisazione del Viminale

Chi fa sport all'aperto deve indossare o no la mascherina? Facciamo chiarezza.

di , pubblicato il
Coronavirus sport

Con il nuovo Dpcm del 7 ottobre l’obbligo di indossare la mascherina è stato esteso a tutte le persone che si trovano all’aperto, indipendentemente dall’orario. Restano però alcune eccezioni: l’obbligo non vale ad esempio per chi pratica attività sportiva, anche a fini amatoriali, tra cui rientra la corsetta leggera al parco o per strada. La nuova circolare firmata dal Viminale chiarisce poi se la mascherina vada utilizzata obbligatoriamente anche da chi pratica attività motoria, vale a dire la semplice camminata all’aperto.

Chi pratica attività motoria all’aperto è obbligato a indossare la mascherina

Tramite l’ultima circolare, il Viminale ha chiarito che chi pratica attività motoria all’aperto è tenuto per legge a indossare la mascherina protettiva. Viene dunque fatta chiarezza su un punto controverso del nuovo Dpcm, in cui veniva riportato come l’esenzione dall’indossare lo strumento di protezione individuale fosse per chi praticava attività sportiva o motoria all’aperto. Adesso l’esenzione è stata ristretta alle sole persone che fanno jogging o footing, anche se solo a fini amatoriali (senza cioè essere inquadrati in alcuna società sportiva). Le persone che invece vanno a camminare, da sole o in compagnia, hanno l’obbligo di indossare la mascherina (non soltanto portarla con sé in tasca o legata al braccia).

 

L’unico caso in cui si è esenti dall’indossare la mascherina è quando l’attività motoria all’aperto viene praticata in un’area isolata, come riportato nel Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri convertito in legge lo scorso 7 ottobre.

Multe per chi trasforma i bar in sale da ballo

Sono inoltre previste multe salate per i titolari di bar o pub che trasformeranno i loro locali in sale da ballo.

Nella nota del Viminale, a questo proposito, viene fatto riferimento all’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza datata allo scorso 16 agosto, quando si vietò il ballo nelle discoteche, nei locali, negli stabilimenti balneari e in tutte le altre strutture ricettive.

Vedi anche: Obbligo mascherine all’aperto in tutta Italia: che cosa succede a chi non le indossa

[email protected]

 

Argomenti: ,