Nuovo Dpcm: quali sono le Regioni in zona rossa, arancione e verde?

Quali sono le Regioni, a meno di cambiamenti, che fanno parte delle zone rosse, arancioni o verdi?

di , pubblicato il
Nuovo Dpcm, zone rosse, arancioni e verdi

Nel nuovo Dpcm del 3 novembre, le regioni italiane sono state divise in zone rosse, arancioni e verdi. Si tratta di 3 macro-aree, divise in base alla gravità della situazione e dell’indice Rt. Le zone rosse sono quelle ad alto rischio, le zone arancioni quelle a rischio medio-alto e poi le zone verdi con rischio moderato o più basso. 

Regioni a rischio alto, zone rosse 

Delle Regioni con alto rischio, quindi incluse nella fascia rossa, al momento, fanno parte Lombardia, Piemonte, Calabria, Valle D’Aosta e Bolzano con i 10 Comuni (Braies, Vadena, Velturno, Villabassa, Vipiteno, Meltina, Egna, Nova Levante, Ponte Gardena e Nalles). Le restrizioni più stringenti in queste aree saranno valide dal 5 novembre al 19 novembre. Si prevede il coprifuoco dalle 22 alle 5 con gli spostamenti da comprovare con autocertificazione, il divieto di spostamento in entrata e uscita dalle Regioni e anche tra Comuni e Province, salvo che per esigenze comprovate, bar, ristoranti, pub, locali e pasticcerie chiuse ma con la possibilità di vendita da asporto fino alle 22, centri commerciali chiusi ma supermercati e farmacie aperti all’interno. Restano aperti anche i parrucchieri,estetisti e barbieri. 

Rischio medio alto: le Regioni con zona arancione 

Nella fascia con rischio medio-alto, per ora, risultano Campania, Liguria, Puglia, Sicilia e Veneto. Le regole saranno valide dal 5 novembre al 3 dicembre. Rispetto alla zona rossa, saranno vietati spostamenti in entrata e uscita dalla Regione, salvo che per spostamenti motivati o necessità, i centri commerciali resteranno chiusi durante il weekend, festivi e prefestivi. Anche in questo caso i negozi saranno chiusi così come mercati, bar, ristoranti e pasticcerie. 

Regioni in zona verde

Tutte le altre regioni fanno parte della zona verde con rischio basso o moderato.

In questo caso fino al 5 dicembre saranno valide le regole relative al coprifuoco dalle 22 alle 5, centri commerciali chiusi il weekend e festivi o prefestivi, musei, mostre chiuse, capienza trasporti al 50%, corner e sale bingo chiuse e didattica a distanza al 100%. Saranno consentiti gli spostamenti fuori regione ma solo verso le regioni che fanno parte della stessa fascia.

Vedi anche: Nuovo Dpcm Conte 3 novembre: le regioni zona rossa e le norme valide in tutta Italia

[email protected]

Argomenti: ,