Nuovo Dpcm Natale: quarantena per chi va in vacanza all’estero e divieto spostamenti?

Nel nuovo Dpcm del 3 dicembre, possibile anche la regola che impone la quarantena a chi va in vacanza all'estero.

di , pubblicato il
Nuovo Dpcm Natale: quarantena per chi va in vacanza all'estero e divieto spostamenti?

Nel nuovo Dpcm in uscita il 3 dicembre, ci saranno anche le regole per chi decide di spostarsi all’estero per le vacanze. Tra le possibili soluzioni, quella di far rispettare un periodo di quarantena di due settimane al ritorno. 

Quarantena per chi va in vacanza all’estero, la stretta del Governo

Per evitare gli spostamenti durante le feste di Natale, il Governo sta pensando a varie soluzioni, tra cui le piste chiuse, che hanno generato una marea di polemiche, ma anche il divieto di spostamento tra Regioni, a meno di non trovarsi nella fascia gialla. Per scongiurare l’impennata dei casi, si sta anche pensando alla quarantena per chi va in vacanza all’estero. Una volta tornati sarà obbligatorio rispettare due settimane di isolamento. Come scrive Il Corriere, una nuova ordinanza del Ministro Speranza, potrebbe aggiungere anche Austria e Svizzera alla lista dei Paesi a rischio che già comprende Spagna, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Regno Unito e Repubblica Ceca. L’intenzione è quella di aggiungere alla lista quei paesi che non vogliono chiudere le piste da sci fino a gennaio e quindi imporre limitazioni ai viaggi verso Austria, Svizzera e Slovenia, dove molti italiani vanno a sciare. 

Divieto di spostamento anche tra zone gialle?

Si era ipotizzato che gli spostamenti tra le zone gialle fossero possibili, ma nelle ultime ore il Governo starebbe pensando anche al divieto di spostamento tra Regioni Gialle per evitare una nuova ondata a gennaio e una crisi estrema per molti settori. 

L’unica eccezione rimane quella dei parenti stretti e del ricongiungimento familiare. Per il resto le altre regole dovrebbero essere riferite al divieto di feste e veglioni durante le festività, un massimo di 6-8 persone a tavola durante i pranzi e cene di Natale e Capodanno solo con parenti stretti, chiusura dei negozi alle 22 per far respirare il commercio e apertura dei centri commerciali anche durante il fine settimana.

Previsto anche il coprifuoco fino a mezzanotte la notte di Natale e Capodanno. Tutto dipenderà dal prossimo monitoraggio, che dovrebbe arrivare già dal 27 novembre. 

Vedi anche: Cosa potremo fare (ad oggi) a Natale e Capodanno?

[email protected]

Argomenti: ,