Nuovo Dpcm: deroghe alle restrizioni, spostamenti, fidanzati, sport e supermercato

Spostamenti per raggiungere figli minorenni, fidanzati, sport e spesa al supermercato: le Faq all'ultimo Dpcm.

di , pubblicato il
Zone rosse e arancione scuro in Italia

Nelle nuove Faq del Governo, si cerca di rispondere agli ultimi dubbi relativi al nuovo Dpcm che sarà in vigore fino al 5 marzo. Coppie lontane, spostamenti, sport e divieti, sono solo alcune delle domande più frequenti. 

Fidanzati in un’altra regione

Per quanto riguarda la possibilità di raggiungere il partner che vive in un’altra regione, questo sarà possibile solo se il raggiungimento coinciderà con il il luogo in cui si ha la residenza o il domicilio o l’abitazione. 

Per quanto concerne gli spostamenti, fino al 15 febbraio è vietato spostarsi fuori dalla propria regione a meno di ragioni di lavoro, necessità o studio. Ugualmente è possibile transitare in un’altra regione per raggiungere un aeroporto o stazione ma solo per necessità.

E’ possibile andare in un’altra regione anche per raggiungere i figli minorenni nel caso di una coppia divorziata o separata ma purché il tragitto sia il più breve possibile. 

Supermercati, nipoti dai nonni, accompagnatori

Capitolo spesa al supermercato. Sarà possibile fare la spesa anche in un altro Comune in zona rossa e arancione se più conveniente o se nel Comune non sono disponibili determinati prodotti. 

Per quanto riguarda accompagnare i figli dai nonni, è possibile portarli e andarli a riprendere in giornata anche se sconsigliato, in quanto gli anziani sono le categorie più fragili.

Tra le deroghe, anche quella che riguarda la possibilità di farsi accompagnare durante gli spostamenti fuori regione per necessità da un accompagnatore, possibilmente convivente, nel caso ci sia un impedimento all’uso dei mezzi pubblici o non si abbia la patente. 

Sport e dog sitting

Si allo sport all’aperto nei circoli in zona gialla. Come si legge:

È consentito recarsi presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, dell’area gialla, per svolgere esclusivamente all’aperto l’attività sportiva di base, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in conformità con le linee guida emanate dall’Ufficio per lo sport, sentita la Federazione medico sportiva italiana (FMSI), con la prescrizione che è interdetto l’uso di spogliatoi interni a detti circoli.

 

Nella zona rossa e arancione è possibile svolgere attività sportiva solo all’interno del proprio Comune dalle 5 alle 22 in forma individuale e all’aperto anche se tra le deroghe si legge: “è possibile nello svolgimento di un’attività sportiva che comporti uno spostamento (per esempio la corsa o la bicicletta), entrare in un altro Comune, purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza”.

In tutte le aeree è possibile spostarsi per vedere immobili da acquistare o da affittare, anche in un altro Comune. Infine, chi svolge attività di dog sitting può continuare a farlo purché si tratti di attività lavorativa assimilabile a collaborazione domestica.

Vedi anche: Lockdown e zone rosse per uscire dalla pandemia: ritorno alla normalità in estate?

[email protected]

Argomenti: ,