Nuovo Dpcm Conte 3 novembre: le regioni zona rossa e le norme valide in tutta Italia

Ufficiale il nuovo Dpcm 3 novembre, ecco le nuove regole valide in tutta Italia e nelle zone rosse.

di , pubblicato il
Nuovo Dpcm 3 novembre, regole

Il premier Giuseppe Conte ha posto la sua firma sul nuovo Dpcm poco prima della mezzanotte di ieri, martedì 3 novembre. Resta sostanzialmente invariato il testo della bozza trapelata nel pomeriggio di ieri, con la conferma della divisione in tre aree di rischio (verde, arancione e rossa) sull’intero territorio italiano in base ai dati epidemiologici che verranno comunicati di settimana in settimana. A seguire le regioni che verranno dichiarate zona rossa e le norme valide in tutta Italia dalla mezzanotte di giovedì 5 novembre fino al 3 dicembre, indipendentemente dai casi positivi e il numero dei ricoveri in terapia intensiva

Le regioni zona rossa previste dal nuovo Dpcm Conte del 3 novembre

In attesa dell’ufficialità, le regioni zona rossa alla luce delle disposizioni contenute nel decreto sono Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e la provincia dell’Alto Adige. Chi entra nella zona rossa, vale a dire in lockdown, vi resterà per almeno due settimane, durante le quali si dovranno osservare le seguenti regole:

 

  • divieto di spostarsi dalla Regione e all’interno del territorio stesso

  • chiusura dei negozi al dettaglio, eccetto alimentari, farmacie ed edicole

  • chiusura di bar, ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie, fatto salvo la ristorazione con consegna a domicilio e l’asporto fino alle 22

  • sospensione delle attività sportive (anche all’aperto)

  • attività motoria soltanto in prossimità della propria abitazione e con l’obbligo di indossare la mascherina

  • attività sportiva soltanto in forma individuale e all’aperto

  • attività scolastica in presenza per la scuola dell’infanzia, elementare e prima media

Le regole valide in tutta Italia a partire dalla mezzanotte del 5 novembre e fino al 3 dicembre

Questo invece l’elenco delle regole che resteranno valide in tutta Italia a partire dalla mezzanotte di giovedì:

 

  • coprifuoco dalle 22

  • autocertificazione per gli spostamenti dopo le 22

  • chiusura di mostre e musei

  • didattica a distanza al 100% per le scuole superiori

  • centri commerciali chiusi nei giorni festivi e prefestivi

  • coefficiente di riempimento al 50% dei mezzi di trasporto pubblico locale e regionale

  • chiusura ristoranti e bar dalle 18

  • sospensione concorsi pubblici e privati

Vedi anche: Nuovo Dpcm in arrivo: cosa non si potrà più fare

[email protected]

Argomenti: ,