Nuove ordinanze in vigore: cosa si può fare questa settimana in base alle regioni

Che cosa si può fare questa settimana con le nuove regole per la zona arancione che copre quasi tutta l'Italia.

di , pubblicato il
Nuovo Dpcm Pasqua

La maggior parte delle regioni italiane si trovano in zona arancione, tranne Sicilia e provincia di Bolzano che sono attualmente in zona rossa e Toscana, Molise, Basilicata, provincia di Trento e Campania che si trovano in zona gialla.

Che cosa si può fare fino alla fine della settimana

Fino a domenica 31 gennaio la situazione delle regioni rimarrà questa. Il 29 gennaio il nuovo report dell’ISS con i dati aggiornati su base regionale deciderà se per alcune delle regioni ci sarà o meno il passaggio nella fascia migliore o peggiore. Attualmente sono in zona arancione Calabria, Emilia Romagna, Veneto, Abruzzo, Marche, Lombardia, Piemonte, Liguria, Valle D’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Puglia e Sardegna.

Tra le regoli comuni per tutti, il divieto di spostarsi fuori regione fino al giorno 15 febbraio e il coprifuoco dalle ore 22 alle 5. Dunque, la maggior parte del paese si trova nella fascia intermedia. I negozi restano aperti durante la settimana ma sono chiusi il fine settimana. I bar e i ristoranti sono aperti fino alle 22 per l’asporto la consegna a domicilio e dopo le ore 18 è vietato acquistare alcol.

Nella zona arancione è possibile andare a trovare un parente o un amico ma solo se questo vive nello stesso comune, quindi non è possibile uscire dal proprio comune a meno che non si vive in un piccolo comune con meno di 5mila abitanti, in quel caso è valida la deroga che permette spostamenti fino a 30 km, tranne che per raggiungere il capoluogo di provincia. Passeggiate e sport individuale sono permessi nel proprio comune, rimangono chiuse palestre, piscine, cinema e teatri. Sono aperti anche i parrucchieri.

Per quanto riguarda la scuola, fino alla terza media è in presenza normalmente mentre le superiori sono in presenza al 50% o fino al massimo il 75%.

La zona gialla

Nella zona gialla, invece, bar e ristoranti restano aperti fino alle 18 e poi fino alle 22 solo per asporto e consegne a domicilio. In questo caso è possibile andare a fare visita a parenti e amici anche se vivono in un altro Comune e allo stesso modo ci si può spostare in tutto il territorio regionale. È possibile spostarsi nelle seconde case anche se fuori regione ma solo se di proprietà o affittate a lungo termine.

Vedi anche: Regioni gialle, arancioni e rosse: cambio colore dal 24 gennaio?

[email protected]

Argomenti: ,