Nuova ordinanza con limiti e divieti dopo l’Epifania: dal 15 gennaio ipotesi zona bianca

Il Governo sta lavorando a nuove misure dopo l'Epifania, ipotesi zona bianca dal 15 gennaio.

di , pubblicato il
Nuova ordinanza con limiti e divieti dopo l'Epifania: dal 15 gennaio ipotesi zona bianca

Ormai sembra quasi certo che passata l’Epifania, le restrizioni non finiranno e già il 9 e 10 gennaio, l’Italia dovrà fare i conti con una nuova fascia arancione a livello nazionale. Il Governo sta lavorando al calendario delle nuove misure per contenere il coronavirus, in particolare tra il 7 e il 15 gennaio. 

In arrivo nuovi provvedimenti e zona bianca

Dal 7 gennaio scadrà il provvedimento che era stato preso dal Governo prima di Natale per regolare le feste. Servirà quindi un nuovo provvedimento ponte fino a metà mese, quando dovrebbe uscire il nuovo Dpcm. Secondo il ministro Speranza, la terza ondata arriverà e l’RT continua a crescere in alcune regioni motivo per cui è necessario modificare i parametri per ridefinire la zona gialla, arancione e rossa. 

Dal 15 gennaio si prevede anche una zona bianca, che permetterà a tutte le attività di ripartire, in particolare palestre, cinema e teatri. L’idea è stata lanciata da Dario Franceschini, che ha parlato di una quarta zona in cui entrerebbero a far parte le regioni con l’RT migliore. In questo modo potrebbero riaprire cinema, palestre e teatri, così come piscine e sale da ballo. Anche bar e ristoranti potrebbero tornare a lavorare normalmente: «Poiché la zona gialla ha limiti enormi, a cominciare dal coprifuoco, facciamo una zona bianca, nella quale si accede sotto un certo indice Rt di trasmissione dei contagi».

Zona gialla rinforzata

Tra le misure che si stanno valutando, c’è la proroga sui divieti di spostamento tra le regioni anche in fascia gialla. Fino al 15 gennaio, si pensa o ad una zona gialla rinforzata valida tutti i giorni a partire dal 7 gennaio, oppure una zona arancione nazionale per il weekend del 9 e 10 gennaio. Dovrebbero rimanere sia il coprifuoco, che però potrebbe essere anticipato alle 20 in base alla richiesta di alcuni scienziati, richiesta che però non dovrebbe essere confermata lasciando alle 22 l’orario del coprifuoco.

 

Il Governo dovrebbe lasciare anche la possibilità di far visita ai parenti una sola volta al giorno con la regola di non superare due persone al massimo, esclusi minori di 14 anni e disabili. In linea di massima il 7 e 8 gennaio l’Italia potrebbe essere tutta gialla mentre il 9 e 10 gennaio tutta arancione, con divieto di spostamento dal proprio Comune. L’11,12,13  14 gennaio si tornerà alla divisione per fasce in base alla regione. 

Vedi anche: Nuovo Dpcm in arrivo e divieti dal 7 al 15 gennaio

[email protected]

Argomenti: ,