Neolaureati e manager italiani tra i meno pagati: la fotografia italiana e il confronto europeo

I dati del Global 50 Remuneration Planning Report sugli stipendi degli italiani per quanto riguarda manager e neolaureati.

di , pubblicato il
I dati del Global 50 Remuneration Planning Report sugli stipendi degli italiani per quanto riguarda manager e neolaureati.

In Italia sia i neo laureati che i manager di fascia media sono i meno pagati. Non è una sorpresa visto che non è la prima volta che il nostro paese si trova agli ultimi posti quando si tratta di stipendi e lavoro.

Manager tra i meno pagati in Europa

Il confronto arriva dal Global 50 Remuneration Planning Report” 2018 di Willis Towers Watson, società leader a livello globale nella consulenza e nel brokeraggio che ha considerato 60 paesi del mondo.

Considerando la classifica europea, in Italia il salario medio di un giovane neolaureato arriva a 29.902 euro lordi, quello di una manager a 72.199 euro. Il nostro paese si trova dunque alla 14esima posizione per la retribuzione di un primo impiego e al tredicesimo posto per quella dei manager. Peggio di noi fanno solo Spagna e Portogallo, valori che sembrano peggiorare se si considera il reale potere d’acquisto che tiene conto anche del costo della vita e delle imposte. A questo punto lo stipendio italiano vale 21.128 euro mentre quello dei manager 40.131 euro.

Leggi anche: Giovani e lavoro: i mestieri che offrono gli stipendi più alti in Italia

In Svizzera gli stipendi più alti

Secondo il rapporto in questione è la Svizzera a vantare i salari più alti ossia 71.828 e 132.657 euro considerando un neolaureato professionista e un manager e anche il costo della vita. In Svizzera, insomma, un neolaureato percepisce praticamente lo stesso stipendio di un manager italiano.

Secondo Rodolfo Monni, Responsabile Indagini Retributive di Willis Towers Watson Italia «Prendendo in considerazione il dato del potere d’acquisto, la situazione non migliora molto, la retribuzione media di un manager italiano raggiunge infatti valori inferiori a quelli di alcuni paesi dell’Europa orientale come Repubblica Ceca e Polonia».

Ci sono poi alcune differenze in base ai settori. Infatti un manager assicurativo arriva a guadagnare 95.000 euro contro i 63mila di un manager chimico.

La classifica, comunque, rileva che Germania e paesi nordici si piazzano nella parte alta della classifica mentre Francia e Regno Unito vantano, per quanto concerne gli stipendi lordi rispettivamente 34.484, 30.130 euro e 77.250 e 79.696 euro.

L’Italia, in ogni caso, si trova sempre in una situazione di stallo e sul tema lavoro la maggior parte degli studi confermano che il nostro paese è sempre negli ultimi posti, non a caso anche l’Istat aveva fotografato la surreale situazione italiana di povertà e la spaccatura tra il Nord e il Sud, segno che qualcosa deve essere davvero cambiato.

Leggi anche: Retribuzioni: ecco quanto sono calate in 7 anni, il tarlo degli stipendi italiani

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,
>