Nel 1999, Warren Buffett ha svelato il segreto della sua ricchezza, la sua strategia è alla portata di tutti

Nel 1999, Warren Buffett ha condiviso il segreto della sua ricchezza. Si tratta di una strategia semplice e alla portata di tutti.

di , pubblicato il
Warren Buffett

Vuoi essere ricco come Warren Buffett, il segreto è “non aspettare”. Questo è il consiglio che la leggenda degli investimenti, tuttora in attività ha condiviso nell’ormai lontano 1999 all’assemblea annuale degli azionisti di Berkshire Hathaway, quando gli è stato chiesto cosa bisogna fare per guadagnare 30 miliardi di dollari? All’incirca il suo patrimonio netto all’epoca. Adesso cerchiamo di capire meglio cosa significano le sue parole.

Warren Buffett e il segreto della ricchezza

Buffett – la cui fortuna è cresciuta fino a superare i 100 miliardi di dollari – ha affermato che l’interesse composto è il migliore amico di un investitore e ha paragonato la creazione di ricchezza attraverso gli interessi al rotolare una palla di neve giù per una collina. “Ho iniziato a costruire questa piccola palla di neve in cima a una collina molto lunga. Il trucco per avere una collina molto lunga è iniziare molto giovani”.

In altre parole, inizia ad invertire il prima possibile, anche soltanto piccole quantità di denaro.

Gli investitori, ha spiegato Buffett, devono badare a se stessi e fare affidamento sulle proprie conoscenze e intuizioni quando cercano aziende promettenti in cui investire.

Fondi indicizzati

Detto questo, Warren Buffett è anche un convinto sostenitore dei fondi indicizzati. Per costruire ricchezza, gli investitori dovrebbero “acquistare costantemente un fondo indicizzato a basso costo”. Buffett consigli un fiondo che replichi l’S&P500, uno dei migliori indici azionari che ci siano. “Continuare ad acquistarlo nella buona e nella cattiva sorte, soprattutto nella cattiva sorte”. Le fasi ribassiste, secondo l’oracolo degli investimenti, sono delle opportunità di investimento, e non bisogna amai farsi prendere dall’emotività.

Tuttavia, Buffett ha affermato che aspirare a guadagnare 30 miliardi non è necessario e che la dimensione della sua fortuna è “incomprensibile”.

“Il denaro, oltre una certa soglia, fa poca differenza”. Forse anche per questo, Warren Buffett a de sempre donato gran parte del suo patrimonio in beneficienza.

 

Articoli correlati

Argomenti: