Natale in lockdown tra controlli sugli spostamenti e strade a numero chiuso

Già da questo weekend previsti controlli con droni, varchi d'accesso nei centri storici, telecamere e pattuglie sulle strade.

di , pubblicato il
Zona bianca come farne parte

Regole severe e tanti controlli. Il Governo parte da qui per la nuova stretta di Natale che dovrebbe già iniziare da questo fine settimana con shopping a numero chiuso, pattuglie a piedi e droni per individuare assembramenti. Da sabato 19 dicembre, il Governo metterà in atto il pugno duro per evitare le scene viste lo scorso fine settimana. 

Controlli ovunque, anche nelle stazioni

Sono previsti controlli anche nelle stazioni di bus e treni, aeroporti e strade per controllare i flussi di persone che inizieranno a spostarsi prima della stretta in arrivo dalla prossima settimana. Dal 21 dicembre, infatti, sarà vietato spostarsi dalla propria Regione. Si parla anche di controlli negli autogrill per scovare chi non rispetta il distanziamento in auto tra persone non conviventi con mascherina indossata, con multe fino a 400 euro. 

Già dalla giornata di oggi, è partito l’esodo verso il Sud. Solo da Milano partiranno 200mila persone, di cui 80 mila prenderanno l’aereo, 50mila il treno e il resto si sposterà con l’auto. 

Si preannuncia quindi un weekend molto duro, con un pugno duro previsto anche per gli avventori di bar e ristoranti, che saranno controllati per il rispetto delle norme, che impone la mascherina ben portata e non più di 4 persone al tavolo. 

Droni, varchi a numero chiuso e telecamere

Sempre per questo weekend sono previsti i controlli nelle città con telecamere in tempo reale per evitare gli assembramenti davanti a negozi e strade dei centri storici. Saranno predisposti varchi di ingresso nei centri storici con un meccanismo di stop and go e sensi unici pedonali per regolare il flusso di persone. 

Da lunedì 21 dicembre, invece, scatterà il divieto di spostamento tra Regioni e i controlli saranno mirati a verificare le motivazioni inserite nell’autocertificazione per chi si sposterà.

 

Nel frattempo, da domenica 20 dicembre anche Toscana, Campania, Valle D’Aosta e provincia di Bolzano tornano gialle mentre l’Abruzzo resta arancione. A questo punto l’Italia sarà tutta gialla tranne l’Abruzzo. Stasera, infine, sarà pubblicata la bozza con le modifiche al Dpcm e le nuove regole per le vacanze di Natale, al via dal 24 dicembre. 

Vedi anche: Nuovo Dpcm in arrivo e divieto spostamenti per le vacanze di Natale

[email protected]

Argomenti: ,