Napolitano: convocazione delle Camere fissata per il 15 marzo

Impossibile anticipare la convocazione delle Camere che rimane fissata per il 15 marzo.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Impossibile anticipare la convocazione delle Camere che rimane fissata per il 15 marzo.

Dopo il voto l’Italia è nella completa paralisi politica e a chi chiede al Presidente Giorgio Napolitano di anticipare la convocazione delle Camere il Colle risponde che  a causa di varie difficoltà non è possibile anticipare la data che è stata già fissata per il prossimo 15 marzo. Quindi nessuna accelerazione all’avvio della nuova legislatura, ma una nota della Presidenza della Repubblica  fa notare che “resta ancora un ampio spazio per una proficua fase preparatoria delle consultazioni del Capo dello Stato per la formazione del governo” sottolineando come il Presidente si renda benissimo conto delle difficoltà che sta attraversando il Paese. Il Presidente della Repubblica , tramite una nota del Quirinale “Nel ringraziare la magistratura per lo sforzo di celerità compiuto negli adempimenti di sua competenza relativi alla verifica dei risultati elettorali confida che le operazioni relative all’insediamento delle Camere e alla costituzione dei gruppi parlamentari si svolgano con la massima sollecitudine possibile”. Questa mattina intanto è salito a Palazzo Chigi Matteo Renzi, sindaco di Firenze per un incontro con il Presidente del Consiglio uscente Mario Monti. Renzi questa sera sarà ospite a Ballarò su RaiTre.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica