Mutui casa, affare con tassi ai minimi ed è record di erogazioni con 8 su 10 al centro-nord

Mutui casa sempre molto convenienti e le erogazioni segnano un nuovo massimo storico nell'ultimo trimestre del 2018. Ma esistono fortissime differenze tra nord e sud: meno di un quinto dei prestiti si ha nel Meridione.

di , pubblicato il
Mutui casa sempre molto convenienti e le erogazioni segnano un nuovo massimo storico nell'ultimo trimestre del 2018. Ma esistono fortissime differenze tra nord e sud: meno di un quinto dei prestiti si ha nel Meridione.

L’Ufficio Studi Tecnocasa, studiando i dati della Banca d’Italia, ha trovato che il mercato dei mutui in Italia ha aggiornato i record del terzo trimestre nel quarto dello scorso anno, esitando 322,9 miliardi di euro di erogazioni complessive, in aumento del 3% su base annua e dello 0,84% rispetto al periodo luglio-settembre.

Contrariamente a quanto stampa, analisti e parte del mondo politico sono andati raccontando nei mesi scorsi, i mutui casa sono più vivi che mai, anche a fronte di una flessione piuttosto evidente del più complessivo mercato dei prestiti al settore privato, contrattosi nel 2018 di 51,2 miliardi. Infatti, la massa dei mutui erogati è cresciuta nei dodici mesi di 9,4 miliardi, incidendo alla fine dello scorso anno per il 24,7% del totale dei prestiti al settore privato delle banche italiane, in aumento dal 23,1% di fine 2017.

Mutui casa, tasso fisso paradossalmente più conveniente dopo la BCE

In altre parole, se le banche in Italia hanno ridotto i prestiti a famiglie e imprese, non lo hanno certo fatto a discapito dei mutui casa, i quali, a conto fatto, equivalgono al 18,4% del pil. Sempre Tecnocasa ha pubblicato i dati sulle consistenze nelle singole regioni, dai quali emerge una differenza piuttosto netta tra nord e sud. Pensate che il Meridione, pur accogliendo un terzo della popolazione italiana, riceve dalle banche mutui immobiliari per meno di un quinto del totale (19,4%), molto meno della sola Lombardia, che con 78,7 miliardi di euro di mutui contratti, vale quasi un quarto dell’intero mercato nazionale (24,4%). Possiamo affermare senza ombra di dubbio, quindi, che 4 mutui su 5, in termini di valore, risultano erogati nel centro-nord, mentre solamente meno di un quinto nel sud.

Tassi sui mutui restano bassi

Questo significa anche, però, che le famiglie settentrionali siano di gran lunga più esposte alle mutate condizioni di mercato dei tassi, sebbene solo una minoranza dei prestiti legati all’acquisto di abitazioni risulti accesa a tasso variabile. Ad ogni modo, la questione evidentemente incide più sulle tasche dei residenti nel centro-nord. Tuttavia, va detto anche che gli interessi applicati sulle nuove erogazioni starebbero tutt’altro che salendo.

A marzo, stando all’ultimo rapporto mensile dell’Abi, la media è scesa dall’1,91 all’1,87%, nettamente inferiore all’apice dell’1,95% toccato a gennaio. Nel maggio dello scorso anno, prima che esplodessero le tensioni finanziarie in Italia, legate alle note vicissitudini politiche, i tassi medi praticati sui mutui dalle banche erano dell’1,83%.

Mutui casa più convenienti, nonostante lo spread

Mutui casa da record, insomma, a fronte di tassi ancora sostanzialmente ai minimi storici e di prezzi degli immobili calanti, caso quasi unico in Europa, anche perché la flessione segue un decennio abbondante di cali marcati per un totale di circa il 25%. Di fatto, oggi come oggi il prezzo di una casa nel nostro Paese risulta riportatosi ai livelli di fine anni Novanta. Chi dispone di liquidità, quindi, ha l’opportunità di acquistare casa a condizioni relativamente da sogno, tra tassi e prezzi bassi, nonché banche disponibili, a quanto pare, ad evadere la domanda. E non è nemmeno detto che il tasso fisso sia la soluzione più conveniente, considerando che inizi a farsi strada l’idea che i tassi rimarranno bassi ancora a lungo. Nel frattempo, chi ha preso in prestito a tasso fisso, rischia di sprecare denaro prezioso per pagare interessi più alti di quanto non farebbe con il variabile.

[email protected]

Argomenti: ,
>