Moody’s promuove Monti e tifa Bersani

Secondo l'agenzia di rating statunitense l'impatto delle ultime vicende politiche non avrà ripercussioni sul rating. La linea guida sarà l'agenda Monti e il Pd di Bersani la seguirà

di Carlo Robino, pubblicato il
Secondo l'agenzia di rating statunitense l'impatto delle ultime vicende politiche non avrà ripercussioni sul rating. La linea guida sarà l'agenda Monti e il Pd di Bersani la seguirà

Moody’ s sembra interpretare alla perfezione l’atteggiamento dei mercati finanziari sull’Italia. Commentando le ultime vicende di politica interna, l’agenzia di rating ha dichiarato che le dimissioni del premier Mario Monti, una volta approvata la legge di stabilità 2013, non hanno un’influenza particolare sul nostro merito creditizio. Il giudizio sull’operato del governo Monti è positivo ma le forze politiche dovranno dare un seguito alla linea rigorista del ex preside bocconiano dato che l’attuale rating è Baa2 con outlook negativo. Infatti il livello junk dei nostri titoli di Stato è appena sotto di due gradini e non ci si potrà permettere di disperdere quel patrimonio di credibilità conquistato nell’ultimo anno. Il prossimo governo dovrà seguire le indicazioni della cosiddetta agenda Monti definita “essenziale” per il mantenimento della solidità finanziaria del paese nel contesto della crisi debitoria della zona euro. Fondamentale, secondo Moody’s,  l’approvazione della Legge di stabilità che stabilirà le linee guide del prossimo futuro:  il vincolo del pareggio di bilancio strutturale e il ribilanciamento di prelievo e spesa a favore della crescita. L’agenzia sottolinea che non mancherà il voto favorevole da parte del centrodestra italiano, nonostante abbia provocato le dimissioni del premier, e benedice di fatto il centrosinistra guidato dal Pd. Moody’s afferma che con la probabile affermazione elettorale di Pier Luigi Bersani verrà mantenuto un programma politico orientato alle riforme. Speranza comunque per il ritorno di Mario Monti o come candidato delle forze centriste o come capo del governo di un nuovo esecutivo tecnico sostenuto dal centro-sinistra.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, pareggio di bilancio

I commenti sono chiusi.