News, per Moody’s è in arrivo una correzione dei mercati del 20%

I maggiori indici potrebbero cedere tra il 10% e il 20% a causa delle prossime mosse della Fed. Lo ha affermato Mark Zandi, capo economista di Moody's Analytics.

di , pubblicato il
correzione mercati azioni

Secondo il capo economista di Moody’s Analytics, Mark Zandi, i mercati azionari potrebbero perdere fino al 20%. Il motivo è da ricercare nelle prossime mosse della Federal Reserve, la quale, a breve, potrebbe ridurre il suo sostegno all’economia statunitense. Per Zandi tale correzione potrebbe essere già in corso. Vediamo meglio do cosa si tratta.

Azioni, in arrivo una correzione del 20%

Nel mercato azionario stanno cominciando a farsi vedere alcuni “venti contrari”. È quanto ha affermato il capo economista di Moody’s Analytics, Mark Zandi, al “Trading Nation” della CNBC di venerdì scorso. I maggiori indici potrebbero cedere tra il 10 e il 20 per cento.

In effetti, spiega Zandi, nessuno potrebbe sorprendersi di una correzione più o meno rilevante se la Fed annunciasse (e per Zandi è soltanto questione di tempo) di voler togliere “il piede dall’acceleratore”. In altre parole, le politiche super accomodanti della Fed potrebbero avere vita breve e, inevitabilmente, ne risentirebbero i mercati azionari.

Le osservazioni di Zandi sono arrivate venerdì durante una forte svendita del mercato azionario statunitense che ha portato il Dow Jones alla sua settimana peggiore da ottobre.

Zandi ha inoltre suggerito che una correzione potrebbe essere già in corso.

Un aumento dei tassi di interesse renderebbe gli utili delle azioni meno attraenti, poiché i tassi di interesse più elevati deprimono il valore futuro degli utili delle società.

L’economista di Moody’s Analytics, infine, ha affermato di non ritenere che le azioni scenderanno fino al 30%. Quest’ultimo scenario comporterebbe una recessione, il che è improbabile, data l’attuale forza dell’economia statunitense.

 

Mercati azionari, articoli correlati

Argomenti: