Moody’s declassa Napoli: deficit da 850 milioni

Moody's declassa Napoli di tre gradini. L'operazione trasparenza voluta da de Magistris mette in rilievo il deficit da 850 milioni nel bilancio 2011.

di Carlo Robino, pubblicato il
Moody's declassa Napoli di tre gradini. L'operazione trasparenza voluta da de Magistris mette in rilievo il deficit da 850 milioni nel bilancio 2011.

Pesante downgrade per Il Comune di Napoli. Stamattina l’agenzia  Moody’s ha rivisto al ribasso il rating a lungo termine del comune partenopeo tagliandolo di ben 3 gradini da ‘Ba1’ a ‘B1’. Al declassamento di oggi, Moody’s potrebbe dare seguito con nuove azioni. L’agenzia, infatti,  spiega che il rating rimane sotto osservazione per ulteriori possibili downgrade. Bocciatura per le finanze della città del sindaco Luigi de Magistris  a causa dell’emergere di un consistente deficit non coperto nel bilancio 2011 pari a 850 milioni di euro, a cui si accompagna una difficile situazione di liquidita’. La notizia era nell’aria dopo che de Magistris aveva decisa di fare chiarezza sul bilancio eliminando le entrate di dubbia esigibilità, quali crediti non riscossi da decenni, mancati pagamenti di tasse sui rifiuti e immobili, e multe. Prospettive quindi tutt’altro che rosee,  con le finanze napoletane gravate da un  debito quantificato in 1,6 miliardi di euro.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia