Milano dichiara guerra ai diesel: ecco chi non potrà più circolare e da quando

Prossimamente a Milano non potranno più entrare i veicoli diesel che appartengono alla classe Euro 0, Euro 1, Euro 2 e Euro 3.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Prossimamente a Milano non potranno più entrare i veicoli diesel che appartengono alla classe Euro 0, Euro 1, Euro 2 e Euro 3.

La città di Milano, simbolo del benessere del Nord Italia, ha da pochi giorni dichiarato ufficialmente guerra al diesel. La decisione, destinata a far discutere, è stata annunciata ufficialmente dal sindaco Giuseppe Sala, il quale ha presentato pubblicamente la data di inizio del blocco ai veicoli alimentati da motore diesel dal prossimo anno. Sono sempre di più le case automobilistiche che tra i propri progetti hanno allo studio il passaggio completo alle auto elettriche. La stessa Fiat, tramite l’amministratore delegato di FCA Sergio Marchionne, ha preannunciato un’iniziativa analoga.

Il blocco alle automobili diesel

Dal prossimo 21 gennaio, a Milano non potranno più entrare i veicoli diesel che appartengono alla classe Euro 0, Euro 1, Euro 2 e Euro 3. Il divieto non sarà permanente ma si estenderà per cinque giorni alla settimana, dal lunedì al venerdì, consentendo dunque la circolazione ai possessori di una vettura diesel datata soltanto nei giorni del weekend, sabato e domenica. Lo stop sarà imposto dalla mattina alla sera (gli orari ancora non sono stati resi noti) ma questo potrebbe già essere più che sufficiente per porre l’automobilista di fronte ad una scelta: mantenere la propria auto, divenuta inutilizzabile per gran parte della settimana, oppure acquistare un nuovo veicolo meno inquinante, se non elettrico (approfittando degli incentivi green promessi dal nuovo governo a guida M5S e Lega Nord).

Stangata benzina: estate di rincari per gli automobilisti, a rischio anche bollette luce e gas

Si punta al progetto Lez

A monitorare l’ingresso in città dei veicoli sarà Lez, un progetto ambizioso che si poggia sull’utilizzo di 180 telecamere, il cui compito è di verificare chi sta entrando con l’auto entro i confini di Milano e se il suo ingresso è consentito o meno. In caso contrario, si procederà con la multa alle automobili non autorizzate. Inizialmente, per dare tempo agli automobilisti di rispettare le nuove norme, saranno attive 12 delle 180 telecamere previste. Ma il Lez comincia già oggi a far parlare di sé.

Leggi anche: Prezzo benzina e diesel alle stelle: ecco le differenze tra self e servito, Codacons protesta

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Crisi materie prime, Economia Italia, Petrolio