Mercato auto 2012: la Russia perde quota ma è ancora record

Dal 2009 la crescita delle immatricolazioni auto in Russia è sempre stata a doppia cifra

di Enzo Lecci, pubblicato il
Dal 2009 la crescita delle immatricolazioni auto in Russia è sempre stata a doppia cifra

Mentre il mercato auto dell’Europa e, più nello specifico, dell’Italia, ha fatto registrare nel 2012 una delle peggiori performance degli ultimi anni, in Russia le immatricolazioni di autoveicoli hanno messo a segno un nuovo record storico. Secondo quanto comunicato dell’associazione Aeb nell’anno che si è appena concluso, le vendite auto hanno fatto registrare una progressione dell’11% rispetto al 2011 toccando quota 2,93 milioni di unità vendute. Secondo la stessa Aeb, questo dato rappresenta “il nuovo record di vendite per il mercato russo”. Il precedente primato risaliva al 2008, quando furono vendute 2,918 milioni di auto. Nonostante i numeri numeri, l’Aeb sembra però invitare alla prudenza per l’anno appena iniziato. Secondo l’associazione, infatti, è molto difficile che anche nel 2013 il mercato auto russo possa far registrare una crescita a doppia cifra. I segnali degli ultimi mesi sono in questo senso molti indicativi. Nel mese di dicembre, infatti,  le immatricolazioni di auto in Russia sono cresciute solo dell’1%. L’ultimo mese dell’anno “si e’ concluso con un lieve miglioramento rispetto allo stesso mese dell’anno prima” dopo che a novembre le immatricolazioni erano risultate piatte. Il rallentamento non deve però essere sopravvalutato. E’ dal 2009, infatti, che il mercato dell’auto russo registra forti progressi. In quell’anno, infatti, le vendite erano balzate del 49%. Un volume poi confermato da +30% del 2010 e dal +39% del 2011.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economie Europa