Mario Draghi: i lettori di Zero Hedge non capiscono la crisi dell’Euro

Draghi e Zero Hedge, uno scambio irrituale tra due mondi agli antipodi. Ma...chi ci ha preso?

di Carmen Gallus, curatrice Dall'Estero, pubblicato il
Draghi e Zero Hedge,  uno scambio irrituale tra due mondi agli antipodi. Ma...chi ci ha preso?

Da Business Insider – Il Presidente della Bce Mario Draghi ha tenuto questa mattina la sua conferenza stampa mensile sulla crisi dell’Euro. Uno dei giornalisti in sala stampa era Scott Solano dell’agenzia di stampa tedesca DPA. Ieri, Solano aveva sollecitato i lettori del popolare blog finanziario Zero Hedge a presentare delle delle domande per il governatore. Il nocciolo della domanda fatta da Solano a Draghi è questo: La BCE ha in atto dei piani per proteggere i mercati finanziari nel caso che uno stato membro della zona euro abbandoni la moneta comune, tenendo conto in particolare delle esposizioni ai derivati e simili? In un primo momento, Draghi è sembrato voler evitare la domanda sulla base del fatto che era troppo ipotetica, poi alla fine ha deciso di rispondere a testa alta. In breve, Draghi detto che “non c’è piano B” per l’euro. Di seguito la trascrizione integrale dello scambio. (Potete vedere il video qui. Il dialogo tra Solano e Draghi inizia alle 57:45.)   SCOTT SOLANO: Mr Draghi, ho un paio di domande dai lettori di Zero Hedge, e una di queste è: Poniamo che la situazione in Grecia o in Spagna si deteriori ancora di più, e questi paesi decidano di uscire dalla zona euro – o siano costretti a farlo? C’è un piano in atto in modo da sostanzialmente evitare il crollo dei mercati? C’è qualche tipo di struttura, o sistema strutturale, come una rete di sicurezza, in particolare nel settore dei derivati? La seconda domanda è: Lei prima ha parlato dell’ emergency liquidity assistance. Cosa sarebbe successo alla ELA di Cipro – 10 miliardo di euro circa – se il paese avesse deciso di lasciare la zona euro? MARIO DRAGHI: Beh, sta facendo delle domande così ipotetiche che non ho una risposta. Ma lasci che le dica, posso effettivamente dare una risposta, una risposta parziale. Queste domande sono formulate da persone che sottovalutano enormemente ciò che l’euro significa per gli europei, per l’area dell’euro. Essi sottovalutano di gran lunga la quantità di capitale politico che è stato investito nell’area dell’euro. E così, continuano a fare domande del tipo: “se l’euro si rompe …” e “Se un paese lascia l’euro domani …” Voglio dire, l’eurozona non è come una porta girevole. E’ una cosa molto importante. E’ un progetto dell’Unione europea, questo. Quindi, è per questo che avrete delle difficoltà a chiedere a gente come me “Che cosa accadrebbe se?” Seconda cosa: credo che la BCE abbia dimostrato la sua determinazione a combattere ogni rischio di ridenominazione del cambio. E l’OMT, con delle regole precise, e operando nell’ambito del suo mandato, è lì proprio a questo scopo. Quindi, questa è la risposta alla prima domanda. La seconda domanda riguarda l’ELA, ma di nuovo chiede se Cipro uscirà, e noi non abbiamo questo in mente, quindi, grazie.   Ed ecco la risposta di Zero Hedge a Draghi su Twitter:     zerohedge @zerohedge:  “No Plan B”  

Articolo originale: MARIO DRAGHI: Zero Hedge Readers Don’t Understand The Euro Crisis

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Crisi Euro