Marchio Milan bruciato, dagli sponsor spiccioli

Fatturato del Milan stagnante negli anni, in calo nella stagione scorsa rispetto alla precedente, mentre galoppano i ricavi di Inter e Juventus. E sul fronte sponsor le cose si mettono molto male.

di , pubblicato il
Fatturato del Milan stagnante negli anni, in calo nella stagione scorsa rispetto alla precedente, mentre galoppano i ricavi di Inter e Juventus. E sul fronte sponsor le cose si mettono molto male.

Al Milan è scattato l’allarme di emergenza. La classifica di Serie A, a nove giornate dall’inizio del campionato, assegna al club rossonero solo 10 punti e già c’è chi parla di sfida salvezza contro lo Spal per gara di stasera. Se le prestazioni dei giocatori non convincono nemmeno sotto il nuovo tecnico Stefano Pioli, non parliamo di bilanci.

L’ultimo, appena approvato dall’assemblea degli azionisti, parla di un fatturato per la stagione 2018/2019 di appena 241 milioni di euro, in calo dai 256 della stagione precedente. La perdita d’esercizio è stata clamorosamente alta: 146 milioni!

Preoccupa il trend negativo che dal campo si trasferisce alla sfera finanziaria, passando per gli sponsor. Il Milan ricava solamente 24,9 milioni di euro a stagione tra sponsor tecnico e principale, di cui 10,9 milioni da Puma e 14 da Fly Emirates. Noccioline, se confrontati con i 93 milioni della Juventus, tra Adidas (51) e Jeep (42). Non se la passa molto meglio nemmeno l’Inter con 29,1 milioni, ma almeno i nerazzurri possono confidare su un fatturato nettamente superiore e in crescita esplosiva negli ultimi anni.

Juventus a rischio indagine UEFA per sponsor Jeep?

Fatturato Milan fermo, perdite esplosive

Nel dettaglio, il Milan ha visto crescere di appena il 7,6% i suoi ricavi rispetto al 2014, quando ancora il bilancio coincideva con l’anno solare. L’Inter è passata da 198,6 a 471,1 milioni, registrando un boom del 137,2%, superiore persino a quello nel frattempo vissuto dalla Juventus, che ha chiuso l’ultima stagione a quota 621 milioni e che nel 2014/2015 era ancora a 324,7 milioni, pur partendo da livelli nettamente superiori a quelli delle squadre italiane avversarie. Nel lustro, i bianconeri hanno messo a segno non soltanto 5 scudetti, bensì pure il +91,25% di fatturato.

E anche in termini di risultati netti di gestione, i numeri si mostrano tra loro molto differenti. Messe in fila, le perdite del Milan nell’ultimo quinquennio ammontano a circa 525 milioni, quelle dell’Inter a poco più di 290 milioni e della Juventus a 17 milioni. Nel caso del club bianconero, i bilanci hanno chiuso in utile nelle prime tre delle ultime cinque stagioni.

Questo significa che il Milan ha “bruciato” oltre mezzo miliardo in cinque stagioni, quasi il doppio dell’Inter, mentre la Juventus ha quasi pareggiato i conti nel computo totale. Anzi, se non fosse stato per l’operazione Cristiano Ronaldo, avrebbe cumulato un risultato certamente positivo.

Milan, per Pioli esordio amaro e i conti rossoneri sono da incubo 

[email protected] 

Argomenti:
>