M5S occupa Piazza Mazzini: Grillo dichiara guerra alla RAI

Il Movimento 5 Stelle ha occupato questa mattina Piazza Mazzini per protestare contro la RAI, rea di una cattiva gestione e di un'informazione parziale. Arrivato a Roma anche Beppe Grillo, che non ha esitato a ripetere le ragioni di una protesta da seguire sull'hashtag #OccupyRAI. La guerra al Servizio Pubblico è dichiarata.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Il Movimento 5 Stelle ha occupato questa mattina Piazza Mazzini per protestare contro la RAI, rea di una cattiva gestione e di un'informazione parziale. Arrivato a Roma anche Beppe Grillo, che non ha esitato a ripetere le ragioni di una protesta da seguire sull'hashtag #OccupyRAI. La guerra al Servizio Pubblico è dichiarata.

Dopo l’attacco alla RAI da parte di Beppe Grillo che dopo un accurato esame del bilancio del Servizio Pubblico lo ha definito “ridicolo”, il Movimento 5 Stelle ha deciso di passare all’azione e lanciare la campagna #OccupyRAI. Giornata di pioggia a Roma, ma che non ha fatto desistere gli attivisti del M5S dall’occupare Piazza Mazzini e chiedere le dimissioni della presidente Tarantola e dell’ad Gubitosi. Con Beppe Grillo in prima linea e una diretta sul blog, l’attacco alla RAI si basa sui numeri di un buco enorme e un bilancio da risanare.   LEGGI ANCHE Grillo contro il “bilancio” umoristico della RAI: numeri e ragioni di un buco enorme  

Grillo e M5S: “Fuori la politica e le lobby dalla RAI”

Sul blog di Beppe Grillo, vengono riassunte le ragioni della battaglia del M5S. Si legge infatti: “La RAI ha 579 dirigenti, uno ogni 18 dipendenti, e 1.373 giornalisti. La RAI spende all’esterno 1,6 miliardi, il 60% dei suoi ricavi, per format e servizi che potrebbe sviluppare al suo interno valorizzando i suoi 10.476 dipendenti. La RAI ha perso nel 2012 245,7 milioni di euro a causa di una gestione che favorisce nomine politiche e appalti agli amici. Il Movimento 5 Stelle chiede che:

  • Sia reso noto l’elenco dei fornitori della RAI
  • Siano valorizzate le competenze e le professionalità interne
  • Venga immediatamente sciolto il consiglio d’amministrazione responsabile della perdita costante di valore della RAI e fatti decadere la presidentessa Tarantola e l’amministratore delegato Gubitosi
  • Sia avviato un dibattito parlamentare per eliminare ogni ingerenza politica
  • Sia predisposto un piano di rilancio in ottica multimediale e con respiro internazionale”.

 

M5S vs RAI: cronaca di una protesta

Il comizio è diventato ben presto un vero e proprio blitz che ha sorpreso i media e gli stessi dirigenti della RAI. Niente è stato fatto trapelare fino alle prime ore del mattino, quando molti militanti del M5S si sono dati appuntamento per criticare la condotta gestionale della RAI dell’ultimo anno, accusandola inoltre di aver fatto un servizio di informazione parziale, “silenziando” il lavoro del M5S in Parlamento.  

Grillo arriva a Piazza Mazzini: video

Ecco il video dell’arrivo di Beppe Grillo a Piazza Mazzini:     TI POTREBBE INTERESSARE Fiction Rai a peso d’oro, 1 miliardo alle “aziende dei figli di”   “Il nano con le sue tv di merda non m’interessa”, ha affermato il portavoce del M5S. “Mi interessa la tv pubblica e con Fico presidente abbiamo una grande occasione”. Beppe Grillo dovrebbe lasciare la capitale nel pomeriggio, ma alcuni militanti stanno facendo pressione affinché resti e prosegua la protesta anti-RAI.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica