Lotteria degli scontrini, convengono più acquisti di medio importo e col bancomat

La lotteria degli scontrini debutta dal gennaio prossimo e punta a contrastare l'evasione fiscale, premiando i consumatori. Ecco perché il sistema avvantaggia più singoli atti di acquisto e pagati con carta di credito o bancomat.

di , pubblicato il
La lotteria degli scontrini debutta dal gennaio prossimo e punta a contrastare l'evasione fiscale, premiando i consumatori. Ecco perché il sistema avvantaggia più singoli atti di acquisto e pagati con carta di credito o bancomat.

Lotteria degli scontrini al via dal gennaio 2020. L’iniziativa congiunta tra Agenzia delle Entrate e Monopoli di Stato punta a combattere l’evasione fiscale, attraverso un contrasto di interessi tra consumatori da un lato e commercianti e lavoratori autonomi dall’altro, prendendo i primi per la gola. Come? Consentendo loro di partecipare alla distribuzione di premi mensili da 50.000, 30.000 e 10.000 euro rispettivamente per il primo, secondo e terzo classificato e di un maxi-premio annuale da 1 milione di euro.

Lotteria degli scontrini, ecco come renderla un successo contro l’evasione fiscale

Come funziona di preciso? Basta una spesa da 1 euro per partecipare alla lotteria. All’atto del pagamento, il cliente deve farsi rilasciare lo scontrino e fornire al commerciante il codice fiscale, manifestando così la volontà di partecipare alle estrazioni. Questo è dovuto per ragioni di tutela della privacy, nel senso che nessuno dovrebbe vedersi costretto a essere tracciato nei fatti dall’Agenzia delle Entrate in relazione a un acquisto, per cui dovrà espressamente comunicare la sua volontà al venditore di beni/servizi.

Come funziona la lotteria degli scontrini

A questo punto, il sistema prevede l’assegnazione di tanti biglietti virtuali sulla base dell’importo speso. Ad esempio, se lo scontrino è di 10 euro, otterrò 10 biglietti virtuali per partecipare alle estrazioni mensili e a quella annuale; per uno scontrino da 100 euro, i biglietti virtuali saranno 983, per uno da 1.000 saranno 8.502 e per uno da 10.000 euro saliranno a 29.989. Come si può vedere, l’assegnazione dei biglietti virtuali è crescente in misura meno proporzionale rispetto all’importo speso e riportato sullo scontrino. Probabilmente, si punta così a contrastare l’evasione fiscale più diffusa, che riguarderebbe gli scontrini di piccole e medie cifre. Il premio va reclamato entro 90 giorni e se si è registrati al portale dell’Agenzia, si potranno visualizzare le eventuali vincite associate al proprio codice fiscale.

Per quanto appena spiegato, si ottiene che sul piano delle probabilità di vittoria risulti più conveniente compiere 10 atti di spesa da 10 euro ciascuno, anziché uno solo da 100. Nel primo caso, infatti, mi verrebbero assegnati 100 biglietti virtuali, nel secondo 983.

E lo stesso dicasi per cifre più elevate: 10 scontrini da 1.000 euro ciascuno mi darebbero 85.020 biglietti virtuali, mentre un unico scontrino da 10.000 euro solamente 29.989. E c’è di più: se si paga in modalità tracciabile, ossia essenzialmente con carte di credito, bancomat, ricaricabili, ma anche assegni, si ha diritto a un 20% in più di biglietti virtuali.

Esempio: acquisto un articolo da 10 euro e, anziché ricevere 10 biglietti virtuali, avendo pagato con il bancomat ne otterrò 12. E così via per ogni importo. Ciò incentiverebbe l’uso di metodi di pagamenti alternativi al contante, con quest’ultimo ad essere visto come fumo negli occhi dal fisco italiano, in quanto si presterebbe a essere impiegato per transazioni irregolari o persino illecite. A questo serve la lotteria degli scontrini, ad abituare gli italiani a pretendere la ricevuta per qualsiasi atto di acquisto e a optare progressivamente per i pagamenti elettronici, cioè tracciabili. Non una novità assoluta nel panorama internazionale, in quanto già stati come Cina, Taiwan e Portogallo hanno sperimentato la misura e anche con successo, come nel caso di Lisbona.

Lotta al contante? Ecco le 3 condizioni da porre per stanare i “vampiri” dello stato

[email protected] 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,
>