Lombardia e Piemonte in zona arancione? Che cosa si potrebbe fare?

Si deciderà presto se Piemonte e Lombardia potranno passare a zona arancione.

di , pubblicato il
Lombardia e Piemonte in zona arancione? Che cosa si potrebbe fare?

Lombardia e Piemonte sono da quasi 2 settimane in zona rossa e i dati iniziano a migliorare, tanto che le due regioni chiedono il passaggio a zona arancione e se tutto andrà bene tra due settimane le misure potrebbero essere allentate. 

Presto la decisione

Secondo Roberto Speranza, infatti, le prime due regioni entrate in zona rossa dovrebbero essere anche le prime a uscirne: «C’è una decelerazione e questa settimana sarà importante vedere se continua e quali sono i numeri dei ricoveri. Ma ancora non siamo di fronte a un arretramento del virus. La situazione resta molto seria, nessuna regione italiana è in zona verde. Serve la massima prudenza» come riporta il CorrierePrima della de-escalation, però, bisogna attendere almeno fino al 27 novembre, la data cruciale per vedere se è fattibile l’uscita dalla zona rossa, soprattutto per quelle più a rischio.

Che cosa cambia con il ritorno a zona arancione

Se Lombardia e Piemonte torneranno in zona arancione, che cosa sarà possibile fare? 

Prima di tutto sarà possibile spostarsi all’interno del Comune senza autocertificazione dalle 5 alle 22, mentre servirà comunque l’autocertificazione dalle 22 alle 5 anche per circolare all’interno del Comune. Ovviamente continueranno a restare vietati gli spostamenti fuori dal Comune salvo esigenze di lavoro, studio, salute o necessità. Resterebbero comunque chiusi bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie tranne che per l’asporto e la consegna a domicilio. Il passaggio in zona arancione, vorrebbe anche dire la riapertura dei negozi al dettaglio tranne che durante il weekend, quando restano chiusi centri commerciali e negozi tranne farmacie, alimentari, supermercati, tabaccai, edicole. La capienza massima sui mezzi di trasporto resterebbe al 50%. 

Nel frattempo, per quanto riguarda le misure salva Natale, il governo sta valutando la possibilità di contingentare gli ingressi nei negozi per fasce di età e aprire anche di sera per spalmare la clientela.

Dunque, il coprifuoco sarebbe spostato più tardi, inoltre potrebbero riaprire le Regioni ed essere consentiti gli spostamenti. 

Vedi anche: Coronavirus e Natale che verrà: regole possibili per shopping e pranzi

[email protected]

 

Argomenti: ,