Lombardi rinuncia al ruolo di capogruppo alla Camera: ci sono delle talpe nel Movimento 5 Stelle?

Oggi pomeriggio i parlamentari del M5S si riuniranno a Montecitorio: passaggio di testimone alla Camera. Si parlerà anche delle elezioni comunali e delle richieste di accordo con il Pd. Grillo e Casaleggio fanno lezioni di tv

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Oggi pomeriggio i parlamentari del M5S si riuniranno a Montecitorio: passaggio di testimone alla Camera. Si parlerà anche delle elezioni comunali e delle richieste di accordo con il Pd. Grillo e Casaleggio fanno lezioni di tv

La Lombardi potrebbe rinunciare al ruolo di capogruppo alla Camera per il Movimento 5 Stelle: la notizia era iniziata a circolare un paio di giorni fa ed appare  confermata da una mail al vetriolo scritta dalla (quasi ex) capogruppo alla Camera inviata martedì sera alle 22.30 e finita ieri pomeriggio online. La resa dei conti è fissata per oggi: i grillini si incontreranno a Montecitorio nel pomeriggio. L’appuntamento è fissato per le 16.30. Tutto ovviamente sarà documentato online (anche se presto Salvo Mandarà, videomaker del Movimento 5 Stelle, non sarà più disponibile).  (Salvo Mandarà lascia il Movimento 5 Stelle ma anche l’Italia)

Il testo delle email della Lombardi contro le presunte spie

Volevo scrivervi qualcosa per condividere con voi questa specie di assedio a cui siamo sottoposti, ma grazie allo stronzo/i che fanno uscire tutto quello che ci scriviamo o diciamo sui giornali, mi è passata la poesia. Grazie per averci tolto anche la possibilità di parlarci in libertà. Sei un merda, chiunque tu sia. R.». Parole che fanno scoppiare il caso spie: chi dentro il Movimento spiffera ai quattro venti notizie che dovrebbero restare segrete? Al suo posto potrebbe subentrare Riccardo Nuti, come ha confermato lei stessa in un’intervista a Radio 24. E l’avvicendamento dovrebbe essere imminente anche al Senato. Lo ha lasciato intendere la stessa Lombardi commentando l’esperienza fatta insieme al collega Crimi: “è stato faticoso, perché sono una persona normale, come il mio collega Vito Crimi. Non eravamo, forse, abbastanza preparati psicologicamente all’impatto che c’è stato, forse anche per il risultato elettorale in bilico. Avremmo voluto iniziare subito a lavorare, con l’apertura delle commissioni, invece ci siamo trovati per due mesi in questo circo della politica fatta dai partiti. Speriamo di aver agevolato la strada a chi verrà dopo: per la Camera è Riccardo Nuti, per il Senato dovrebbero scegliere in questi giorni”

Grillo e Casaleggio fanno lezione di tv: ma niente talk show

Ma c’è anche un’altra svolta: Grillo e Casaleggio ci ripensano sulla tv. I due faranno lezioni apposite per preparare alcuni deputati e senatori all’arena del piccolo schermo. Del primo gruppo di allievi dovrebbero far parte Roberto Fico, Laura Castelli, Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio per la Camera, Nicola Morra, Paola Taverna e Vito Crimi per il Senato. Resta il divieto assoluto per i nemici numero uno, i talk show. Ma evidentemente una leggera apertura è apparsa necessaria visto l’interesse per la Commissione Vigilanza Rai e probabilmente anche in seguito ad un’analisi del presunto flop elettorale alle amministrative (Marco Travaglio sbugiarda i giornali che parlano di Flop del Movimento 5 Stelle)

Flop elezioni comunali: ma non ci saranno accordi con il Pd

E ovviamente oggi si discuterà anche di cosa non è andato nelle elezioni amministrative. Ma sul blog di Beppe Grillo il portavoce genovese ha già messo in allerta chi intende proporre inciuci con il Pd che quella non sarà mai la via intrapresa.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.