Lockdown e regole per Natale: feste solo in famiglia e tra pochi, le ipotesi

Per salvare il Natale bisognerà resistere a misure restrittive dure fino a dicembre? Intanto ecco le prime ipotesi sulle feste.

di , pubblicato il
Nuovo Dpcm a dicembre, regole per Natale: niente baci, veglioni e abbracci

Mentre si attende una decisione da parte del Governo in merito al lockdown leggero, si inizia anche a pensare a delle misure per il prossimo Natale. In questo momento, il Governo sta puntando alle zone gialle, arancioni e rosse. Entro il fine settimana altre regioni cambieranno fascia e Conte si dice ottimista su queste misure per scongiurare il lockdown a livello nazionale. 

Salvare il Natale

Una delle ragioni per cui si pensava ad un lockdown soft già dal 15 novembre risiedeva proprio nella volontà di salvare il Natale. L’idea era quella di restringere le misure fino all’Immacolata e lasciare un pò di libertà agli italiani sotto le feste ma senza strafare. Secondo l’assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato: “E’ impensabile l’idea di organizzare feste a Capodanno. Soltanto un folle potrebbe pensare di organizzare assembramenti. Quest’estate sono stati commessi degli errori nei messaggi che sono stati dati, anche da parte di componenti mediche che hanno detto che il virus era meno aggressivo o clinicamente sparito. Stiamo drammaticamente vedendo che non è così. Per cui adesso, se non vogliamo arrivare a un lockdown generale, dobbiamo evitare gli assembramenti per ridurre i contagi. Tutto ciò che faremo oggi, lo avremo come beneficio a Natale e Capodanno”.

Queste le sue parole all’Agenzia Dire che sembrano sulla stessa linea di quelle espresse dalla ministra Zampa, che aveva anticipato delle feste con contatti stretti.

Cenone tra pochi e in famiglia

Si pensa quindi a cenoni o pranzi di Natale in famiglia, tra pochi, evitando abbracci e mantenendo la distanza. Difficile pensare a grandi feste e assembramenti tra amici, anzi impossibile.

Piuttosto saranno feste solo tra genitori, fratelli e sorelle, con parenti di primo grado insomma. Addio, per ora, a cenoni e feste con tante persone, sarà sicuramente un Natale diverso anche per quanto riguarda lo shopping, visto che saranno vietati ovunque i mercatini di Natale e anche nei negozi sarà necessario evitare assembramenti. Si attendono comunque decisioni ulteriori che arriveranno nei prossimi giorni e che seguiranno l’evolversi della situazione.

Vedi anche:

Argomenti: ,