Lo spread tra BTP e Bonos forse si allargherà ancora. In un anno si è invertito il trend

Lo spread tra i BTp e i Bonos è tornato a crescere fino a 30 punti base per la scadenza a 10 anni dai 4-5 di questa estate. Un anno fa, pagavamo i nostri bond decennali 10 centesimi in meno di quelli spagnoli. Il trend sembra essersi invertito e non sembra che il picco sia stato già raggiunto.

di , pubblicato il

Resta sopra i 160 punti base lo spread BTp-Bund per la scadenza a 10 anni. In queste ore, il differenziale si attesta sui 165 bp e i rendimenti decennali al 2,51%, esattamente 30 bp superiori ai rendimenti dei Bonos, il cui spread, infatti, viaggia sui 135 punti. Siamo vicini al differenziale massimo tra i titoli italiani e quelli spagnoli, toccato nel febbraio del 2012. La scorsa settimana, lo spread BTp-Bonos era arrivato a toccare i 36 punti o lo 0,36%.   APPROFONDISCI – Spread a 170 bp e divario invariato con la Spagna. Ecco perché la crisi non è rientrata   E pensare che esattamente un anno fa, ad ottobre, i rendimenti italiani a 10 anni erano 10 punti base inferiori a quelli spagnoli. Poi, il trend ha iniziato ad invertirsi, con i Bonos che sono cresciuti di più di quelli italiani, man mano che l’economia spagnola mostrava segni di reale ripresa, mentre quella italiana della terza ricaduta nella recessione. E se fino a questa estate, il differenziale era di 4-5 punti base tra i due bond, adesso si è arrivati a 30 e anche più. Diversi sono i fattori che incidono sulla crescente differenziazione tra i due titoli. Il debito pubblico in Spagna è salito al 92% del pil quest’anno dal 60% del 2010. Un enorme balzo, ma i livelli restano più bassi del 128% dell’Italia. E la prima crescerà quest’anno dell’1,3% e del 2% l’anno prossimo. Il nostro paese registrerà, invece, un calo del pil dello 0,3% nel 2014 e un timido aumento dello 0,6% nel 2015. Anche il clima politico è abbastanza diverso. Per quanto alla fine dell’anno prossimo, gli spagnoli torneranno a votare, si avverte una maggiore stabilità nel paese iberico che non da noi, dove le istituzioni rimangono fragili e le riforme non arrivano, dopo anni di promesse. Guai a pensare, però, che i 30 punti di differenza tra i rendimenti decennali italiani e quelli spagnoli siano il picco massimo. Secondo Daniel Lenz, lead market strategist di DZ Bank, lo spread sarebbe destinato a salire tra i due bond, il picco deve ancora essere raggiunto.   APPROFONDISCI – Allarme spread: aumentano le distanze con Germania e Spagna. Che succede? Spread a 186 bp e cresce il divario con i Bonos. L’Italia è sotto attacco dei mercati    

Argomenti: