Lite in tv tra Moretti (Pd) e Carla Ruocco (M5S): video dello scontro ad Agorà Estate, su Rai Tre

La deputata democratica accusa i grillini di essere prevenuti e distruttivi e di dire “no” a tutto per partito preso. Immediata la reazione della pentastellata Ruocco e così il dibattito ad Agorà Estate degenera in lite

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
La deputata democratica accusa i grillini di essere prevenuti e distruttivi e di dire “no” a tutto per partito preso. Immediata la reazione della pentastellata Ruocco e così il dibattito ad Agorà Estate degenera in lite

Acceso scontro in tv ad Agorà Estate (Rai Tre) tra Pd e Movimento 5 Stelle: la deputata democratica Alessandra Moretti si è scagliata contro la grillina Carla Ruocco accusando il movimento di ostinarsi in un atteggiamento poco costruttivo. “Il Movimento 5 Stelle in aula ha atteggiamento distruttivo e dice ‘no’ a prescindere su tutto”.

L’accusa del Pd: l’ostruzionismo dei grillini è controproducente

Una presa di posizione che la Moretti giudica infantile e controproducente: “dobbiamo capire se vogliamo iniziare a crescere e diventare adulti o continuare a rimanere bambini privi di un’iniziativa politica che dia un segnale agli otto milioni di cittadini che hanno votato il Movimento”.    

La replica del M5S: siamo gli unici a lavorare

La risposta della deputata 5 Stelle, Carla Ruocco, non si è fatta attendere: “L’onorevole Moretti ha detto il falso. Abbiamo presentato numerosi emendamenti sui tagli dei costi della politica, sull’abolizione dell’Imu anche alle imprese. Abbiamo proposto emendamenti che prevedevano la pianificazione di un fondo per il rilancio dell’economia. Queste cose sono state tutte bocciate in commissione. Evidentemente, conclude provocatoriamente la Ruocco, l’onorevole Moretti non è proprio informata sul lavoro che facciamo. Siamo gli unici che lavorano. Siamo gli unici ad essere dalla parte dei cittadini. Dico all’onorevole Moretti che io non sono una ragazzina”.    

Nessuna apertura del Movimento 5 Stelle al Pd

Si ripropone quindi la questione dell’ipotetico accordo  tra Pd e Movimento 5 Stelle. Questo episodio appare come una risposta a chi aveva parlato di una possibile apertura negli ultimi giorni. Anche  Vito Crimi era intervenuto chiedendo a tutti i grillini che hanno parlato di apertura di abbandonare il movimento visto che evidentemente non ne condividono l’ideologia.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica