L’Italia salta sul carro della Cannabis. Ecco come potremmo arricchirci tutti

Il mercato italiano della cannabis potrebbe valere circa otto miliardi di euro. Ma non è tutto, i vantaggi sono molteplici.

di , pubblicato il
Cannabis

Il referendum nazionale per legalizzare la cannabis avrà probabilmente luogo all’inizio del prossimo anno. L’Italia potrebbe essere una delle prime nazioni europee a saltare sul carro del business della cannabis.

I sostenitori del referendum pro-erba hanno già raccolto le 500.000 firme, necessarie per indire un referendum popolare. Inoltre, secondo gli ultimi sondaggi, il 57% degli elettori italiani si dicono favorevoli alla proposta.

I vantaggi della depenalizzazione della cannabis, almeno da un punto di vista meramente economico e finanziario, sono molteplici. Ecco cosa ci insegna l’esperienza americana e canadese.

Depenalizzare la Cannabis: le implicazioni finanziarie, il caso USA e Canada

L’esperienza di alcuni stati americani e del Canada è estremamente positiva, almeno da un punto di vista meramente economico e finanziario.

Secondo un recente articolo di Reuters.com, il mercato italiano della cannabis potrebbe valere circa 8 miliardi di euro.

La vendita di cannabis, verosimilmente, poterebbe essere tassata al 75%, in linea con quella delle sigarette. Si stima un introito per le casse dello stato di circa 6 miliardi di euro l’anno. A questi bisogna aggiungere i maggiori risparmi che arriverebbero da un minor numero di processi e detenzioni carcerarie.

Ma non è tutto, una maggiore produzione di cannabis porterebbe alla creazione di circa 35.000 nuovi posti di lavoro. Anche in questo caso, l’esperienza americana ci fornisce alcuni utili riscontri: i lavori negli Stati Uniti legati alla marijuana legale, secondo il mercato della cannabis Leafly, sono raddoppiati a 321.000 in tre anni.

Infine, l’Italia potrebbe guadagnare un vantaggio anche in borsa. La decisione del Canada nel 2018 di legalizzare la marijuana ricreativa ha innescato una frenesia di offerta pubblica iniziale. Liquidità che deve ancora inondare l’Europa.

Insomma, a conti fatti, da un punto di vista meramente economico, finanziario e fiscale i vantaggi relativi alla depenalizzazione della cannabis sembrerebbero indubbi.

 

Fonte: Reuters.com

 

Articoli correlati

Argomenti: