L’inflazione nell’Eurozona torna negativa a febbraio, -0,2% a/a, -0,3% in Italia

L'inflazione è tornata negativa nell'Eurozona dopo 5 mesi: -0,2% su base annua a febbraio. Quasi scontati nuovi stimoli della BCE. E in Italia scende al -0,3%.

di , pubblicato il
L'inflazione è tornata negativa nell'Eurozona dopo 5 mesi: -0,2% su base annua a febbraio. Quasi scontati nuovi stimoli della BCE. E in Italia scende al -0,3%.

Torna in area negativa l’inflazione nell’Eurozona a febbraio, quando l’indice dei prezzi registra un calo dello 0,2% su base annua dal +0,3% di gennaio. E’ la stima preliminare dell’Eurostat, che conferma le previsioni della vigilia. L’inflazione scende sotto lo zero anche in Italia a -0,3% su base annua e del -0,2% mensile. Quella acquisita per il 2016 (quella che si avrebbe con una variazione nulla nei prossimi 10 mesi restanti dell’anno) è del -0,6%. Nel febbraio del 2015, i prezzi diminuirono tendenzialmente dello 0,3%, ma allora si registrò una variazione congiunturale positiva per tutte le categorie di beni, mentre questo mese si riscontra un calo mensile per quasi tutte le categorie dei beni diffusi. L’inflazione di fondo, quella al netto dei prezzi dei beni più volatili (alimentari freschi ed energetici), è dello 0,5% e dello 0,3% al netto dei soli beni energetici. Entrambi erano al +0,8% a gennaio. I servizi crescono annualmente dell’1% dal +1,2% di gennaio, seguiti da alimentari, alcool e tabacco (+0,8%, da +1%), beni industriali non energetici (+0,3%, da +0,7%) ed energia (-8%, da -5,4%). Le variazioni tendenziali degli ultimi mesi sono state le seguenti: -0,1% a settembre, +0,1% ad ottobre e novembre, +0,2% a dicembre, +0,3% a gennaio. I dati segnalano un indebolimento sia dell’inflazione al lordo dei prezzi energetici, sia di quella di fondo, rafforzando l’ipotesi di un intervento della BCE a marzo con nuovi stimoli monetari.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,
>