L’inflazione rallenta nell’Eurozona all’1,5% a marzo, all’1,4% in Italia

Inflazione in deciso calo a marzo nell'Eurozona. Pesa il ripiegamento delle quotazioni del petrolio, ma i bond non recuperano.

di , pubblicato il
Inflazione in deciso calo a marzo nell'Eurozona. Pesa il ripiegamento delle quotazioni del petrolio, ma i bond non recuperano.

Come da attese, nel mese di marzo si registra un rallentamento dell’inflazione nell’Eurozona, passata all’1,5% dal 2% di febbraio. Il consensus era per una crescita tendenziale dei prezzi dell’1,8%. In calo anche l’inflazione in Italia all’1,4% dall’1,6%, con quella “core”, al netto dei beni energetici e alimentari freschi, solo in lieve accelerazione di un decimo di punto al +0,7%. Ieri, erano arrivati i dati da Germania e Spagna, che avevano anticipato la tendenza confermata oggi per tutta l’unione monetaria. Nella prima, la crescita annuale dei prezzi si era fermata all’1,7% dal +2,2% di febbraio, nella seconda al 2,1% dal +3%.

Nonostante siano state battute le attese, i rendimenti dei titoli di stato non sono scesi nell’area, anzi segnalano un lieve incremento. Quelli decennali tedeschi sono cresciuti dallo 0,34% allo 0,35%, per i BTp sulla stessa scadenza sono saliti al 2,31%, aumentando il divario con i primi a 197 punti base. (Leggi anche: Quantitative easing e tassi BCE, stretta si allontana)

Inflazione ripiega sul petrolio

La decelerazione dell’inflazione risente della discesa delle quotazioni del petrolio, che in tre mesi sono diminuite del 5%, a fronte di un rafforzamento del cambio euro-dollaro di circa il 3%, che ha reso ancora più deboli i prezzi energetici, con ripercussioni calmieranti sui prezzi nell’area.

I beni energetici, che incidono per il 9,5% dell’intero paniere Eurostat, restano il comparto avere mostrato il maggiore incremento annuo dei prezzi con un +7,3% (ma da +9,3% di febbraio), seguito da cibo e alcool con il +1,8% (da +2,5%) e i servizi a +1% (da +1,3%). Stabili i beni industriali diversi dai servizi con un rialzo dello 0,2%. (Leggi anche: Petrolio, prezzi sotto i 50 dollari)

 

 

Argomenti: ,