L’industria spagnola si piega, produzione a picco

La Spagna nel tritacarne della crisi: crolla la produzione di beni di consumo

di Enzo Lecci, pubblicato il
La Spagna nel tritacarne della crisi: crolla la produzione di beni di consumo

Crisi profonda per l’industria della Spagna. Nel mese di ottobre, infatti, la produzione industriale ha fatto registrare una flessione di 7 punti percentuali dopo il -2,5% registrato nel mese di agosto. Il tracollo della produzione industriale iberica non si è quindi fermato ma, superata la parentesi estiva, è ripreso accentuando ulteriormente i segnali di deterioramento. Secondo i dati comunicati dall’istituto di statistica spagnolo a preoccupare è soprattutto il calo  della produzione di beni di consumo durevoli e di beni strumentali che era sceso dell’8,4% ad aprile dopo il -7,6% di marzo per poi moderare la flessione nei mesi successivi. Il crollo della produzione industriale iberica è parallelo al forte aumento della disoccupazione che, soprattutto nella fascia giovanile, ha raggiunto livelli molto preoccupanti. Tutto questo in un quadro generale fortemente critico che vede il governo di Madrid alle prese con il nodo aiuti. Fino ad oggi, infatti, la Spagna non ha chiesto aiuto all’Esm e alla Bce a causa dei timori per le condizioni che potrebbero essere imposte in cambio dell’aiuto stesso.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Crisi Spagna

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.