L’Euro è vicino alla fine. Ecco le previsioni di Latouche sulla crisi

L'economista francese Sèrge Latouche, ideologo della teoria della decrescita, attacca la moneta unica e sostiene che nell'arco di pochi mesi o pochi anni al massimo l'Euro scomparirà

di , pubblicato il
L'economista francese Sèrge Latouche, ideologo della teoria della decrescita, attacca la moneta unica e sostiene che nell'arco di pochi mesi o pochi anni al massimo l'Euro scomparirà

Nel corso di una conferenza all’Università Roma Tre, l’economista Sèrge Latouche ha affermato che l’euro avrebbe i giorni contati. Non si sa se è questione di qualche mese o di qualche anno, ma di certo scomparirà. Ad ogni modo la fine dell’Euro sarebbe inevitabile. 

L’economista è l’ideloogo della cosiddetta “teoria della decrescita”, cioè ritiene che sia insostenibile un mondo basato sull’aumento continuo dei consumi, così come non riconosce il pil quale stima attendibile per giudicare il grado di crescita e di sviluppo di un’economia.

Con riguardo all’Eurozona, Latouche invita Francia e Italia a uscirne subito, in modo da non attendere la rovinosa e catastrofica fine prevista.

E al contempo spezza una lancia a favore del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, definendo “vergognosa” la campagna di stampa all’estero contro di esso, perché sarebbe orchestrata dai poteri forti, intimoriti dalle idee dei grillini, con cui Latouche ammette di simpatizzare.

Spiega, ad esempio, che in particolare è in Francia che le posizioni di Grillo sarebbero maggiormente attaccate, accomunate a quelle del Fronte Nazionale di Marine Le Pen, con cui non avrebbe nulla a che vedere, spiega.

Le oligarchie mondiali vorrebbero conservare l’euro, perché è più facile gestire un’unica ampia regione, piuttosto che diversi stati con monete proprie. Sono le stesse oligarchie, continua Latouche, che screditano la teoria della decrescita, in quanto desiderose di un aumento continuo dei consumi, i quali a loro volta vengono alimentati da un bombardamento pubblicitario volto a generare mode e stili di vita.

Curiose le posizioni di Latouche, ma vale la pena registrare l’ennesima previsione nefasta per la moneta unica, con la moltiplicazione delle voci contrarie anche nel mondo accademico, fino a poco tempo fa così granitico nel difendere l’euro.

 

APPROFONDISCI – Sapir: la Francia lasci subito l’Euro o morirà in 3-4 anni

Argomenti: