Legalicum sarà la nuova legge elettorale? Ma cos’è e come funziona? Differenze con l’Italicum

Ma cos'è e come funziona il Legalicum? Ecco le info e le differenze con l'Italicum di quella che dovrebbe essere la nuova leggete elettorale.

di , pubblicato il
Ma cos'è e come funziona il Legalicum? Ecco le info e le differenze con l'Italicum di quella che dovrebbe essere la nuova leggete elettorale.

Andrea Mazziotti che è il presidente della commissione Affari Costituzionali ha presentato nei giorni scorsi il testo base della nuova legge elettorale modificata a seguito della sentenza della Corte Costituzionale sull’Italicum. Essa prende il nome di Legalicum. Ma cos’è nel dettaglio, cosa prevede e quali sono le differenze con l’Italicum?

Legalicum sarà la nuova legge elettorale? Ma cos’è e come funziona?

Il Legalicum è un proporzionale con un premio di maggioranza per la lista che raggiunge il 40%. Tale legge prevede inoltre che vi sia una soglia di sbarramento al 3% per tutte e due le camere con dei collegi plurinominali (ovvero 100 per la camera e 50 per il senato), dei capilista bloccati e delle preferenze.

Tale legge è rappresentativa ma non garantisce la governabilità se non attraverso delle larghe intese. Il Legalicum inoltre non pervede che il premio di maggioranza si abbia in entrambi i rami del Parlamento ovvero Camera e Senato.

Elezione camera dei Deputati con Legalicum

Per quanto concerne i numeri del Legalicum, l’elezione della Camera dei Deputati è basato su di un sistema proporzionale con un premio di maggioranza di 340 seggi che viene dato alla lista e non alla coalizione che supera il 40% dei voti. Per le singole liste, invece, è fissata una soglia di sbarramento al 3%. Inoltre il sistema prevede anche che vi siano delle preferenze (salvo i capolista bloccati) ovvero si potrà indicare sulla scheda due preferenze, una maschile e l’altra femminile tra la lista dei vari candidati.

Elezione Senato della Repubblica con il Legalicum e differenze con Italicum

A differenza dell’Italicum, le soglie di sbarramento del Legalicum sono diverse per l’elezione al Senato della Repubblica in quanto ogni partito o lista deve ottenere l’8% dei voti, le colazioni il 20% mentre le liste che sono collegate ad una coalizione che superano le soglie su indicate possono partecipare alla ripartizione dei seggi se superano il 3% dei voti. Infine 6 dei 7 seggi che spettano al Trentino Alto Adige per la tutela della minoranza linguistica devono essere assegnati tramite collegi uninominali per cui in tale regione resterà come meccanismo elettorale predominante il Matterellum.

Legalicum cosa ne pensano i partiti?

Domani 16 maggio si voterà in commissione per votare il testo base messo a punto da Mazziotti. Tutti, però, sono convinti che non si troverà alcun accordo. Il Partito Democratico infatti è titubante su tale legge in quanto  aveva proposto una legge elettorale stile tedesco in cui una parte dei seggi sarebbe stata assegnata mediante sistema proporzionale e l’altra attraverso quello maggioritario in modo tale da garantire una maggiore governabilità. Forza Italia, però,aveva immediatamente bocciato tale proposta definendola non totalmente proporzionale. Tornando al Legalicum, il Movimento Democratico e Progressista nonché la Lega hanno molti dubbi su tale legge. Il Movimento 5 stelle, invece, è l’unico a sostenere il Legalicum insieme a Forza Italia.Leggete anche: Chi sono e quanto guadagnano i 10 maggiori top manager in Italia?.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,
>