L’economia cinese non sa più crescere: indice Hsbc ancora in calo

Cala per il settimo mese consecutivo l'indice Hsbc, a pesare è la componente nuovi ordini

di Enzo Lecci, pubblicato il
Cala per il settimo mese consecutivo l'indice Hsbc, a pesare è la componente nuovi ordini

La crisi economica globale sta progressivamente deteriorando la capacità di espansione dell’economia cinese. Nel mese di giugno infatti l’attività manifatturiera della Cina si è contratta al ritmo più intenso degli ultimi sette mesi. Ancora una volta a incidere sul calo dell’indice Hsbc Cina è stata la componente nuovi ordini che è precipitata a livelli mai visti dal marzo 2009. La lezione dell’economia cinese quindi è abbastanza chiara: Pechino non riesce a crescere a causa delle forte dipendenza dalla domanda estera che in questo periodo è in deciso calo. I numeri parlano del resto abbastanza esplicitamente. Nel mese di giugno  l’indice Pmi elaborato da Hsbc è sceso a 48,2, il minimo da novembre 2011. Per settimo mese consecutivo, l’indice Hsbc è sceso sotto i 50 punti base, la soglia che separa la contrazione dall’espansione.    

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economie Asia