Le piccole aziende italiane ‘Leader della crescita’ 2019: ecco le migliori

Una fotografia delle aziende italiane di piccole dimensioni che hanno superato la crisi, anzi sono cresciute in un triennio.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Una fotografia delle aziende italiane di piccole dimensioni che hanno superato la crisi, anzi sono cresciute in un triennio.

Quali sono le 350 aziende italiane che hanno visto crescere maggiormente il fatturato tra il 2014 e il 2017? A dircelo una ricerca di Sole 24 Ore e Statista, denominata Leader della crescita 2019. Si tratta della fotografia di centinaia di aziende di spicco ma non grandi colossi che nel giro di pochi anni sono riuscite ad eccellere a livello europeo.

Le piccole medie aziende italiane che hanno sfatato la crisi

La classifica delle aziende leader della crescita si basa sul tasso di crescita media annuale nel triennio (Cagr) e premia, di fatto, quelle aziende che anche durante la crisi economica sono riuscite ad emergere e a crescere, partendo da un giro d’affari minimo di 100.000 euro nel 2014 e di 1,5 milioni nel 2017.  Oltre ad alcuni nomi noti, come l’azienda Ca.Pri di Antonino Cannavacciuolo, che ha visto il suo businnes crescere del 38%, la prima posizione va all’azienda di Napoli Buzzoole Srl, attiva nel campo della pubblicità e marketing, che dai 3 dipendenti del 2014 è passata ai 45 del 2017 mentre il fatturato è balzato da 137 a 4381.

La seconda posizione se la aggiudica l’azienda di Milano del settore farmaceutico Kolinpharma S.p.A. mentre al terzo posto figura l’azienda, sempre di Milano, Musement dedicata al tempo libero e ai viaggi. In lizza anche l’azienda friulana Travisanutto, nota per i suoi mosaici applicati nelle stazioni della metro di New York. Poco fuori dal podio la napoletana Unicoenergia, quinto posto per Sarcos Wind Srl di Sanluri, mentre la sesta posizione è occupata dall’azienda romana di tecnologia Vmway. Fino alla posizione numero 10 troviamo la marchigiana Rebecca Srl attiva nell’e-commerce, l’azienda di alimentari e bevande Gaia S.p.A di Monfalcone, la Velotransport di Torino, azienda di trasporti e quella chimica di Casale di Scodosia, la Plastrading.

I fattori del successo

Il resto della lista delle 350 aziende è occupata da piccole medie imprese dislocate in tutta Italia e attive in vari settori, che sono riuscite a crescere in un triennio. Come scrive Il Sole 24 Ore, per molte di queste aziende il successo è arrivato grazie al boom del digitale e diffusione di servizi digitali evoluti così come il del commercio elettronico in Italia. Un altro fattore che ha pesato è sicuramente l’internazionalizzazione, ma si fa leva anche sulla sostenibilità ambientale, la qualità dei servizi, la rivoluzione industriale 4.0 e la capacità di emergere nel settore e-commerce. Tutta la classifica completa si trova a questa pagina

Ti potrebbe interessare anche: Le aziende più desiderate d’Italia: ecco le più attrattive nel mondo del lavoro 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Social media e internet