Le nuove strategie di Amazon: consegne nelle auto e magazzini automatizzati

Arrivano le consegne In Car, un'altra idea di Amazon per facilitare gli acquisti.

di , pubblicato il
Arrivano le consegne In Car, un'altra idea di Amazon per facilitare gli acquisti.

Amazon una ne pensa e mille ne fa. Dopo i negozi senza casse, l’idea di vendere mobili low cost per sfidare Ikea e il fattorino robot, ora il colosso di Seattle ha deciso di collaborare con Ford per portare Key by Amazon, servizio di consegna in auto, sui veicoli Ford idonei. Insomma un altro passo per il gigante  dell’e-commerce che sta lavorando su più fronti.

Le consegne nelle auto Ford

La consegna In Car, ovviamente, almeno al momento, riguarda il mercato americano e i proprietari di Ford che possono così ricevere i pacchi di Amazon Prime direttamente sui loro veicoli. L’idea era nata essenzialmente per evitare che i pacchi consegnati quando l’utente non è in casa finiscano sui porticati o lasciati davanti all’abitazione, cosa usuale negli Usa. In questo modo il cliente che ha ordinato può ricevere il suo pacco direttamente in auto. Il nuovo servizio di Amazon prevede anche delle notifiche durante il trasporto, in modo che il cliente possa seguire tutta la procedura. 

Tra 10 anni magazzini senza uomo

Se nel versante delle consegne Amazon sta diventando sempre più funzionale e in grado di offrire servizi diversificati e originali, sul versante del mercato del lavoro l’idea è quella di puntare all’automazione. Già con i negozi senza casse era chiaro l’intento di dar vita ad un business dove i robot fanno da padrone. Secondo Scott Anderson, che segue il settore Robotica di Amazon, passeranno almeno 10 anni prima che i magazzini saranno del tutto automatizzati.

Come riporta il sito Gizmodo, Anderson ha voluto sottolineare che: “C’è la percezione sbagliata che Amazon avrà dei magazzini completamente automatizzati molto presto. Stiamo esplorando una varietà di tecnologie per automatizzare i vari step per portare un pacco agli utenti, ma allo stato attuale la tecnologia è molto limitata. È molto lontana dalla postazione di lavoro automatizzata di cui avremmo bisogno”.

 Al momento, dunque, nei magazzini di Amazon sparsi in tutto il mondo la mano dell’uomo è e sarà fondamentale ma le previsioni future lasciano pensare che l’automazione potrebbe prendere il sopravvento. Che fine faranno i posti di lavoro resta per ora un dubbio. 

Leggi anche: Amazon e il business delle recensioni false: è allarme negli Usa per il fenomeno delle fake review

Argomenti: ,