Le città più inquinate d’Italia secondo Legambiente: smog alle stelle in 39 capoluoghi

Legambiente ha presentato il rapporto sulle città italiane più inquinate: c'è Torino al primo posto.

di , pubblicato il
Legambiente ha presentato il rapporto sulle città italiane più inquinate: c'è Torino al primo posto.

L’Italia è invasa dallo smog, il pm alle stelle, l’aria è sempre più irrespirabile e l’emergenza è vera e cronica. A lanciare l’allarme è Legambiente nell’ultimo rapporto Mal d’Aria 2018 in cui si sottolinea il pericolo per le elevate concentrazioni di polveri sottili e ozono, una situazione ancora più critica in pianura padana e nelle città del nord. Il dossier è in tema con il vertice dell’Ue a Bruxelles in merito alla qualità dell’aria, considerando che l’Italia è tra i paesi ad essere sotto procedura d’infrazione per i livelli di inquinamento e smog, una situazione che ha imposto anche un ultimatum da parte dell’Ue, in caso contrario sono previste multe molto salate e il ricorso alla Corte di giustizia europea. La realtà è che per risolvere questo problema, che sicuramente impatta anche sulla qualità della vita degli individui, sono necessari interventi strutturali e azioni ad hoc.

Le città più inquinate d’Italia

Torino, Cremona e Alessandria sono le città più inquinate d’Italia. Sono però 39 i capoluoghi italiani in cui il limite per le polveri sottili è stato superato, fissata a 35 giorni l’anno. Per Torino si tratta addirittura di 112 giorni di inquinamento oltre la soglia, per Cremona di 105 e per Alessandria di 103. In lizza troviamo anche Padova, Pavia, Asti, Milano, Venezia, Frosinone, Lodi e Vicenza. Per queste città i giorni superati si attestano tra 105 e 90. L’allarme riguarda soprattutto Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, le regioni dove il limite annuo è stato superato maggiormente complice la zona della pianura padana, dove la situazione è davvero critica. Non se la passa bene neppure il Sud con la Campania che vede Caserta, Avellino e Napoli aver superato il limite giornaliero di 50 microgrammi/metrocubo. Nelle altre regioni occhi puntati su Terni, in Umbria, Pordenone e Trieste, in Friuli-Venezia Giulia, e Pesaro nelle Marche, città oltre i limiti.

Inquinamento da ozono per 44 città

Il dossier pone l’attenzione anche sull’ inquinamento da ozono con 44 città da bollino nero che hanno superato i limiti di 25 giorni. Le peggiori sono Catanzaro, Varese, Bergamo, Lecco, Monza e Mantova mentre in totale  si segnalano circa 7 milioni di persone a rischio avvelenamento a causa di polveri sottili e ozono.

Leggi anche: Paesi migliori del mondo in cui vivere: la classifica 2018 sulla qualità della vita

Qualità della vita 2017: le classifiche a confronto del Sole 24 Ore e Italia Oggi

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,