Le aziende più desiderate d’Italia: ecco le più attrattive nel mondo del lavoro

La classifica 'Italy's most attractive esploder 2018' svela quali sono le aziende italiane più attraenti per giovani e professionisti.

di Chiara Lanari, pubblicato il
La classifica 'Italy's most attractive esploder 2018' svela quali sono le aziende italiane più attraenti per giovani e professionisti.

Quali sono le aziende più desiderate d’Italia e le più attrattive nel mondo del lavoro? Secondo la classifica ‘Italy’s most attractive esploder 2018’, stilata da Universum Global, è Ferrero l’azienda migliore per giovani professionisti che hanno all’attivo dai 2 ai 12 anni di esperienza e una laurea in economia. Sempre Ferrero è prima nel settore mercato del largo consumo. Non a caso, solo poco tempo fa, la stessa azienda aveva premiato i dipendenti con un bonus consistente di 2mila euro, un premio di risultato che non tutte le aziende offrono ai propri dipendenti.

C’è anche Google

La classifica ‘Italy’s most attractive esploder 2018’ della società svedese Universum Global svela quali sono i datori di lavoro maggiormente attrattivi per studenti e professionisti che hanno già un’esperienza alle spalle. A partecipare sono stati  40,600 studenti e 11.400 professionisti. Se Ferrero è in prima posizione, il secondo posto va Google seguita da Intesa San Paolo, UniCredit e Ferrari, che si confermano le aziende con maggiori appeal per i giovani.

Le più amate dai giovani

Se Ferrero si conferma l’azienda più desiderata per i giovani che hanno una formazione economica, Google risulta essere la migliore per i professionisti con formazione scientifico-ingegneristica e in tal senso supera anche Amazon e Microsoft. Insomma, gli studenti che studiano economia sognano di avviare una carriera Google, Apple e Ferrero mentre quelli impegnati nel percorso di studio in ingegneria Google, Apple e Ferrari.

Il primo posto di Ferrero è stato celebrato anche da Alessandro d’Este, presidente e ad Commerciale Italia, il quale ha spiegato che “in Ferrero crediamo che ci siano alcuni aspetti che qualifichino un buon ambiente di lavoro. Dobbiamo assicurare loro un luogo di lavoro in cui si sentano liberi di esprimersi, considerati e valorizzati, senza alcuna discriminazione e saper mostrare una sensibilità alle esigenze personali dei dipendenti, che devono esser messi in grado di produrre i migliori risultati ed esser valutati per quelli”.

Leggi anche: Lavori introvabili: ecco le figure che le aziende cercano ma non trovano

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Social media e internet