Lavoro, le professioni più richieste dalle aziende ma introvabili

Le professioni più cercate ma introvabili dalle aziende, quali sono?

di , pubblicato il
Lavori introvabili

Una recente ricerca di Adecco ha indicato che in Italia vi sono delle professioni sempre più richieste da parte delle aziende, ma che al momento sono di fatto introvabili. Sempre secondo l’indagine portata avanti dall’agenzia multinazionale specializzata nella selezione del personale, sono in definitiva sei i profili che nel breve-medio termine occuperanno i primi posti delle professioni più richieste, seguendo i nuovi trend tra sostenibilità e nuove tecnologie. In un approfondimento del Corriere della Sera, ha descritto brevemente quali sono questi profili.

Broad band architect

L’architetto della televisione, ma non quella tradizionale bensì online, capace di coniugare in uno stesso contenitore il web, i social e la televisione. Sono richieste una formazione in Comunicazione, Informatica e Sistemi Informativi, e il guadagno si aggirerebbe intorno ai 180 mila euro.

Cloud architect

Il cloud architect è un’altra figura largamente richiesta al giorno d’oggi, complice la crescita esponenziale del cloud computing. Di fatto è un professionista capace di realizzare ambienti cloud resilienti e scalabili, il cui scopo è adattarsi alle necessità di business di un’azienda. La paga annuale è tra i 60 e 150 mila euro.

Data scientist

Il data scientist è colui che sa leggere i numeri e interpretarli. Deve avere capacità di programmazione, comunicazione comprensione del prodotto, analisi quantitativa, oltre a un imprescindibile senso di squadra. Lo stipendio di questo profilo professionale varia da 87 mila a 140 mila euro.

Energy manager

L’energy manager è un professionista che propone il suo aiuto ai vertici aziendali. Di fatto, ha il compito di individuare tutte quelle che possono essere le azioni e le procedure finalizzate all’impiego razionale dell’energia. Lo stipendio è compreso tra i 30 e 60 mila euro.

Growth hacker

A differenza di quello che potrebbe sembrare all’inizio, complice la presenza di una parola a noi molto nota, il growth hacker sviluppa le strategie di crescita di una determinata azienda, avendo conoscenze nei settori dell’ingegneria informatica, del marketing e della comunicazione sui social network. Lo stipendio è tra i 60 mila e 170 mila euro.

Ux Designer

Lo Ux Designer interpreta e analizza quello che è il comportamento dei clienti di una specifica società, al fine di creare per quest’ultimi un’esperienza positiva relativamente all’utilizzo di un prodotto digitale, come può essere un sito web, un’applicazione per smartphone e tablet, e un software.

Vedi anche: Smart working, quando è possibile cambiare Paese facendo lo stesso lavoro

[email protected]

Argomenti: ,