Lavoro introvabile, contraddizione italiana: figure più cercate ma difficili da reperire

In Italia il lavoro c'è ma non si trova, sempre più aziende faticano a trovare personale.

di , pubblicato il
In Italia il lavoro c'è ma non si trova, sempre più aziende faticano a trovare personale.

Si torna a parlare di imprese che non trovano lavoratori in Italia. Oltre all’emergenza coronavirus, nel nostro paese c’è un’altra emergenza, quella del lavoro che non si trova ma non solo da parte di chi lo cerca. A non riuscire a reperire personale sono anche le aziende che, nonostante la necessità di assumere, non riescono a trovare personale. L’Italia si conferma il paese in cui si allarga il gap tra offerta e domanda di lavoro. 

Un fenomeno non solo italiano

Ne ha parlato di recente anche il Sistema Excelsior di Unioncamere e ripreso da uno studio di Manpower Group in cui, lo stesso problema viene affrontato anche in altri paesi. A tal proposito, riferendosi allo studio in oggetto, Riccardo Barberis, ad per l’Italia di Manpower, ha dichiarato che “L’Italia si conferma anche quest’anno tra i Paesi con il più elevato talent shortage al mondo il 47% delle aziende non riesce a reclutare talenti con le giuste competenze, un dato che raggiunge l’84% nelle organizzazioni con più di 250  occupati“. Il fenomeno però esiste ed è preoccupante anche in altri paesi come Stati Uniti, Messico ma anche Svezia, Finlandia, Ungheria e Slovenia. La percentuale di paesi non toccati è piuttosto bassa e si aggira al 18%. 

Il problema italiano gira sempre intorno agli stipendi bassi, il cambiamento del lavoro a causa della tecnologia e la digitalizzazione, il fatto di avere pochi laureati ma bisogna considerare che il cambiamento tecnologico è fondamentale per poter evolvere ed investire anche nella formazione. 

Le figure ricercate ma difficile da reperire

Parlando di figure in cui il reperimento appare più difficile, sono una decina, molte in ambito tecnico, ingegneristico ma anche medico e finanziario.

In particolare si trovano sempre meno elettricisti, saldatori, esperti di marketing e personale tecnico ma anche professionisti del settore sanitario a causa dell’innalzamento dell’età che determina più figure legate alle cura delle persone anziane. La lista dei lavori più cercati dalle aziende si apre con Operai specializzati, quindi elettricisti, saldatori, meccanici. Ci sono poi gli ingegneri elettrici, civili, chimici e meccanici, Tecnici  del controllo qualità, manager di vendita, grafici, rappresentanti, autisti e addetti alla logistica, esperti in cybersecurity, amministratori di rete e supporto tecnico, operai edili, medici, infermieri, operatori CNC di macchine e addetti alla produzione nell’industria manifatturiera e infine contabili, revisori, analisti finanziari certificati.

Leggi anche: Smart Working e lavoro agile: i costi nascosti per chi lavora da casa

Per rettifiche, domande, informazioni o comunicati stampa scrivete a [email protected]

Argomenti: ,