Lavoratori italiani tra i più poveri in Europa. Stipendi nella media, troppo basso il potere d’acquisto

Secondo l'ultima indagine Global 50 Remuneration Planning della società di consulenza Willis Towers Watson, gli italiani soffrono per un basso potere di acquisto. Colpa della tassazione e del costo della vita.

di , pubblicato il
Secondo l'ultima indagine Global 50 Remuneration Planning della società di consulenza Willis Towers Watson, gli italiani soffrono per un basso potere di acquisto. Colpa della tassazione e del costo della vita.

I lavoratori italiani sono tra i più poveri in Europa. Non per colpa degli stipendi che sembrerebbero buoni o comunque in linea con la media europea. Ma per il basso potere d’acquisto dovuto, da un lato, all’alto costo della vita. A confermare una situazione ormai sotto gli occhi di tutti è l’ultima indagine Global 50 Remuneration Planning della società di consulenza Willis Towers Watson.

Le retribuzioni degli italiani

Stando ai numeri pubblicati nel report, i lavoratori italiani, a tutti i livelli, godrebbero di buone retribuzioni. Si parla di 69.000 euro di base all’anno per un manager di medio livello, 25.500 euro per un nuovo entrato nel mondo professionale. Cifre che fanno posizionare i middle manager e gli entry level al 14° posto in una classifica sulle retribuzioni annuali lorde che coinvolge le prime 20 economie europee. Ma se rapportiamo uno stipendio medio italiano al suo effettivo potere d’acquisto, emerge una situazione diversa. Un manager passerebbe ad una retribuzione media di poco inferiore a 43.000 euro, un nuovo entrato nel mondo del lavoro, invece, si avvicina ad un salario di circa 23.500 euro. Tornando alla classifica europea, i middle manager scendono così alla 17esima posizione, mentre gli entry level alla quindicesima.

Ma per quale motivo il potere d’acquisto dei lavoratori italiani è così basso? Colpa del costo della vita ma, soprattutto, dell’alto livello di tassazione che grava sul Bel Paese. Per questi due motivi, il potere d’acquisto di uno stipendio di un lavoratore italiano è notevolmente più basso di quello della maggior parte dei Paesi europei compresi Paesi Bassi, Irlanda, Francia, Austria e tutti i paesi scandinavi.

Chi sta meglio

La Svizzera risulta essere il paese con le retribuzioni più alte rispetto a tutti gli altri Paesi europei. Basterebbe solo ricordare che rispetto all’Irlanda, seconda nella classifica europea, gli stipendi dei lavoratori svizzeri sono, in media, superiori di circa il 50%. Stessa situazione per il potere d’acquisto che risulta il più alto. Complici una bassa tassazione e un basso costo della vita.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,