'L'Argentina in recessione anche nel 2015 per Fitch e FMI. La presidenta: è falso

L’Argentina in recessione anche nel 2015 per Fitch e FMI. La presidenta: è falso

Secondo Fitch, l'economia argentina rimarrà in recessione anche l'anno prossimo, mentre il governo di Buenos Aires stima una ripresa robusta. La presidenta Cristina Fernandez de Kirchner replica al report, smentendo che vi sia in atto una crisi così profonda.

di , pubblicato il

L’Argentina resterà in recessione anche l’anno prossimo. La previsione negativa è dell’agenzia di rating Fitch, che stima per il 2015 un calo del pil dell’1,9%, dopo una contrazione del 2,6% quest’anno. Secondo l’istituto, la prolungata recessione è dettata dall’inflazione galoppante (ormai al 40%), dal deficit in crescita e dal problema irrisolto del default, che potrebbe non trovare alcuna soluzione prima dell’ottobre dell’anno prossimo, mese in cui la presidenta Cristina Fernandez de Kirchner dovrà lasciare l’incarico per cedere il posto a un successore. Anche il Fondo Monetario Internazionale stima una contrazione del pil nell’ordine dell’1,5% per l’anno prossimo, mentre il governo prevede una crescita del 2,8%. Secondo Fitch, poi, le riserve valutarie argentine dovrebbero scendere sotto i 18 miliardi di dollari dai poco più di 27 miliardi attuali, a causa dei 12 miliardi di pagamenti di debiti in valuta straniera.   APPROFONDISCI – L’Argentina conferma: niente svalutazione del peso. In arrivo bond in dollari per 1 miliardo In Argentina cresce la domanda di dollari. La crisi del peso sfianca i risparmiatori   La crisi del debito sovrano ha subito un’accelerazione pochi giorni fa, dopo che lo scorso 30 ottobre è scaduto il periodo di grazia relativo a un altro bond, quello con scadenza 2038, che l’Argentina non ha potuto onorare, in seguito alla sentenza del giudice Thomas Griesa, che vieta al governo di Buenos Aires di pagare i creditori ristrutturati, se non farà lo stesso con quelli che non hanno accettato i termini della ristrutturato del debito sovrano, dopo il default dichiarato nel 2002. Ma la presidenta non ci sta e ha risposto a Fitch pubblicamente, sostenendo che il “ritratto apocalittico” descritto dall’agenzia sarebbe lo stesso che i media e le opposizioni propinerebbero all’opinione pubblica, in vista delle elezioni presidenziali dell’anno prossimo. Per la Kirchner, il paese sarebbe meno malato di quanto si dica, avendo registrato quest’anno un surplus commerciale di 6 miliardi e con i livelli di occupazione che tengono.   APPROFONDISCI – L’Argentina rischia un altro default da $14 miliardi, ecco quando e perché  

Argomenti: , ,