Lancio iPhone 8 deludente? Ma le vendite Apple da novembre farebbero il botto

L'iPhone 8 non sta trascinando il mercato degli smartphone di Apple, ma tra qualche settimana la musica cambierebbe e Tim Cook farebbe il botto.

di , pubblicato il
L'iPhone 8 non sta trascinando il mercato degli smartphone di Apple, ma tra qualche settimana la musica cambierebbe e Tim Cook farebbe il botto.

Un flop, non verrebbe da dire altro, almeno analizzando le vendite degli iPhone 8 e iPhone Plus. Secondo l’operatore telefonico americano AT&T, Apple avrebbe venduto 900.000 smartphone in meno di un anno prima nel terzo trimestre di quest’anno, quando erano già usciti i due nuovi modelli. Pur non essendo stati divulgati dati per ciascun modello, è naturale ipotizzare che il calo avrebbe a che fare proprio con l’iPhone 8, che resterebbe indietro persino nelle condivisioni degli utenti sui social, dove la versione precedente continuerebbe ad essere preferita.

Eppure, l’analista KeyBanc Capital Markets ha appena alzato il suo “target price” sul titolo Apple a 187 dollari, più dei quasi 160 della chiusura di ieri a Wall Street, stimando per l’anno fiscale 2018 un utile di 11,68 dollari per azione (dagli 11,07 precedenti), un prezzo medio di vendita per gli iPhone di 760 dollari e un margine lordo del 39,5%, entrambi superiori al consensus rispettivamente di 725 e 38,6 dollari. Motivo? Apple dovrebbe mostrarsi in grado di ottenere un margine superiore dall’iPhone X, il modello che verrà venduto dal 3 novembre prossimo a 999 dollari. (Leggi anche: Niente file agli Apple Stores per l’iPhone 8, lancio flop?)

Già, perché siamo nel bel mezzo dell’attesa per l’uscita del vero nuovo oggetto cult di Cupertino. Se l’iPhone 8 e la versione Plus rappresentano solo un “upgrade” dei modelli precedenti, sull’iPhone X si concentrano le aspettative per un salto di qualità. E qui, i numeri sarebbero abbastanza positivi, se è vero che un sondaggio realizzato da Quartz ha trovato che tra gli attuali possessori di un iPhone, il 54% avrebbe in mente di acquistare proprio l’X, una percentuale nettamente superiore al 40% di chi intenderebbe prendere un 8 o un 8 Plus. E il 15% vorrebbe anche acquistare l’Apple Watch 3. Considerando che nel mondo circolano 800 milioni di iPhone, significa che potenzialmente vi sarebbero 120 milioni di acquirenti del nuovo prodotto di Cupertino.

Riepilogando: le vendite dell’8 e dell’8 Plus sono state fiacche ad oggi, come segnalerebbero anche le scarse file dinnanzi agli Apple Stores.

Tuttavia, oltre la metà dei possessori di iPhone con in programma di acquistarne un altro attenderebbe di spendere i suoi soldi per il modello X, in uscita solo dal mese prossimo. Molti vorrebbero farlo entro la fine dell’anno. E il 15% di chi è già cliente Apple comprerebbe anche il Watch 3. Non si tratterebbe di un flop, bensì di un clima di attesa per la vera rivoluzione della mela morsicata. Se così fosse, i numeri per Tim Cook sarebbero tutt’altro che negativi, anzi dovremmo attenderci un nuovo boom. (Leggi anche: Apple: iPhone 8 ennesimo probabile successo, eppure rischi esistono)

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,