La stampa estera sbeffeggia Berlusconi e ha già nostalgia di Monti

La stampa estera si è sbizzarrita nei titoli sbeffeggiando Berlusconi, dal "Ritorno della Mummia" alla "Solita Farsa Italiana".

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
La stampa estera si è sbizzarrita nei titoli sbeffeggiando Berlusconi, dal

Dopo l’annuncio delle dimissioni irrevocabili di Mario Monti, dopo l’approvazione della Legge di Stabilità, lo scorso sabato 8 maggio, non è bastato il fine settimana per far calmierare i mercati ed evitare il crollo della borsa e la salita dello spread che è arrivato a 360 punti base. Proprio per questo cataclisma finanziario sui mercati, la stampa internazionale si è scatenata sulle paure che ora aleggiano maggiormente: che le riforme messe in atto da Monti non vengano realmente rese effettive. Preoccupazione, e non solo per la stampa internazionale, è suscitata anche per la decisione di Silvio Berlusconi di scendere di nuovo in politica e candidarsi di nuovo; la preoccupazione della stampa estera è mascherata dagli sbeffeggi rivolti all’ex Primo Ministro italiano. La Bild titola la notizia “Torna il Bunga Bunga”, la Frankfurter Allgemiene Zeitung invece la chiama la “Farsa Italiana”, mentre il francese Liberation titola “Il ritorno della mummia”. Critiche pesanti insomma dalla stampa internazionale, anche il Financial Times critica scrivendo che Berlusconi dovrebbe  “avere il pudore di smettere di giocare con il presente del proprio Paese”, intanto l’Economist pensa che non ci sia pericolo che l’Italia debba preoccuparsi per un eventuale governo Bersani.   Così come la stampa estera è unanime nello sbeffeggiare Berlusconi, lo è anche nell’elogiare Monti e il suo operato, il New York Times, infatti,  scrive che Monti è riuscito a rimettere in piedi l’italiaa e il Wall Street Journal  pensa che ora, senza Monti, per l’Italia inizia una fase molto difficile e piena di pericoli.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica