La ricetta di Roubini per la Spagna

L'Euro vivrà ma è possibile una riduzione del numero dei paesi partecipanti

di Enzo Lecci, pubblicato il
L'Euro vivrà ma è possibile una riduzione del numero dei paesi partecipanti

Nouriel Roubini, il noto professore dell’Universita’ di New York, detto anche “Dottor Catastrofe”, è nuovamente intervenuto sulla crisi della Spagna. Roubini, intervistato da El Economista, ha auspicato che la Spagna possa inoltrare a breve una richiesta di aiuti all’Europa. Secondo il celebre economista, la Spagna, già nelle prossime settimane, dovrebbe riuscire a definire con la Troika un memorandum di intesa, per poter così garantire quella condizionalità a cui è subordinato l’intervento della Bce. Fino ad oggi, ha affermato Roubini, il semplice annuncio della Bce sul possibile acquisto del debito dei paesi in difficoltà ha calmato i mercati, ma è chiaro che questa quiete non possa continuare in eterno. Anche secondo Roubini, quindi, servirebbe un passo concreto di Madrid e della Troika, poichè solo con l’approvazione di un memorandum di intesa sarà possibile l’acquisto dei titoli di stato iberici da parte della  Banca Centrale Europea. La definizione del memorandum, ha chiarito Roubini, dovrebbe vedere la partecipazione in prima linea del Fondo Monetario Internazionale. L’ente presieduto della Lagarde non dovrebbe partecipare al meccanismo di prestito ma dovrebbe invece limitarsi a definire le condizioni.  

Roubini previsioni in chiaroscuro per l’Euro

Nell’intervista a El Economista non è mancato poi un accenno alle prospettive dell’Euro. Messo da parte lo scenario della tempesta perfetta, Roubini si è detto fiducioso sulla possibilità che l’Euro possa continuare  esistere ma ha ammonito tutti sui rischi che i paesi che partecipano alla moneta unica possano ridursi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Crisi Spagna