La Realtà dei declassamenti Europei AAA di Moody’s

Dal sito di Zerohedge un'analisi sugli effetti dell'outlook negativo sulla Germania di Moody's, sul movimento dello spread Germania /Usa e sul calo dell'euro sul dollaro

di , pubblicato il
Dal sito di Zerohedge un'analisi sugli effetti dell'outlook negativo sulla Germania di Moody's, sul movimento dello  spread Germania /Usa e sul calo dell'euro sul dollaro

L’importanza dell’outlook negativo di Moody’s riguarda meno il mondo dei mercati finanziari, visto che gli investitori sembrano dare poca importanza al punto di vista delle agenzie di rating. Piuttosto l’importanza sta più nella politica economica e nelle reazioni della politica. Come osserva UBS, vi è il rischio di una reazione popolare (non della leadership politica) avversa. I media in Germania (dove c’è una tradizione di ostilità dei media verso la periferia Euro) o nei Paesi Bassi (avvicinandosi le elezioni politiche a settembre) possono rappresentare questa prospettiva di downgrade come “veniamo trascinati nel fondo dalla periferia dell’Euro”. Se si fa trasparire questo, sarebbe come soffiare sul fuoco del risentimento populista sull’euro. Decisamente, se i media danno la colpa alla periferia, potrebbero derivarne dei maggiori ostacoli allo slancio verso l’integrazione. La realtà di una politica monetaria comune e la necessità di una sorta di responsabilità fiscale condivisa vengono messi in conto dal sistema di governo della zona euro – ma i mercati sembrano confusi. I mercati dei CDS stanno prezzando il rischio della Germania come se fosse sempre più gravata dai debiti della periferia, eppure il mercato FX sta trascinando l’EUR/USD sull’onda delle aspettative di uno sconvolgimento massiccio e di una potenziale uscita della Spagna in mancanza di un sostegno ‘illimitato’ della Germania.

Lo spread tra il ‘rischio’ paese della Germania e degli USA è aumentato notevolmente dopo il Vertice UE. Ciò significa implicitamente che il mercato sta scontando un certo livello di acquiescenza da parte della Germania. Allo stesso tempo, il cambio EUR/USD è scivolato notevolmente al ribasso, dato che sembra che il mercato ritenga che l’UE si stia dirigendo verso un vero cataclisma (che implicitamente non include un’illimitata garanzia dei Tedeschi).

Mentre il movimento del CDS si adegua alle agenzie di rating (il rischio della Germania è più alto dato che dovrà implicitamente indebolire il proprio bilancio per sostenere le periferie); il mercato dei cambi sembra riflettere uno scenario diverso – peggiore.

Facciamo notare che, nei giorni scorsi, il rischio Tedesco si è modestamente compresso – dato che forse tutte le speranze del Vertice UE che la Germania si stesse effettivamente muovendo verso una prospettiva ‘integrazionista’ di trasferimento di sovranità oggi si stanno rapidamente dissolvendo. Ci sembra che la Germania sia considerata un rifugio più sicuro se rimane chiusa nel suo recinto dove nulla cambia, e / o i mercati FX valutano male l’acquiescenza dei Tedeschi.

Tuttavia, per tutti coloro che credono che la Germania sia il salvatore uber alles – UBS osserva che le cose potrebbero non essere come appaiono – e un downgrade ha perfettamente senso (con o senza integrazione):

Anche se il downgrade dei sovrani dell’area dell’euro ha le sue radici in una responsabilità collettiva, vale la pena sottolineare che vi è un elemento di responsabilità nazionale. La Finlandia non viene messa in outlook negativo, pur essendo una parte della stessa entità collettiva. La ragione di ciò è il bilancio Finlandese (principalmente) e il basso indebitamento. Al contrario le economie come la Germania hanno visto un significativo aumento del peso del proprio del debito pubblico nel corso degli ultimi anni – in gran parte a causa della crescita nominale incredibilmente debole dell’economia Tedesca nel corso di questo secolo. La Germania ha palesemente mancato di trovare nella crescita la propria via d’uscita dal debito, il che significa che la sua posizione finanziaria netta non è abbastanza forte per mantenere un outlook stabile di credito a fronte delle vicissitudini della responsabilità collettiva.

 Articolo originale: The Reality Of Moody’s European AAA Downgrades

Argomenti: