La pecora più costosa al mondo?! Venduta all’asta per 490mila dollari

Una pregiata pecora Texel venduta per quasi mezzo milione di dollari, la notizia ha fatto il giro del mondo.

di , pubblicato il
Una pregiata pecora Texel venduta per quasi mezzo milione di dollari, la notizia ha fatto il giro del mondo.

Una pecora è stata venduta per 490mila dollari. Una cifra da capogiro per Double Diamond, la pecora Texel che è diventata anche la più costosa al mondo. Solitamente questo tipo di pecore vengono già vendute a prezzi abbastanza alti, come ha chiarito la Texel Sheep Society, ma per Double Diamond si tratta davvero di una cifra da capogiro.

Una pecora venduta all’asta per quasi mezzo milione

La pecora in questione, come ha riportato il The Guardian, è stata acquistata da tre allevatori che sperano di ottenere altrettanto denaro da questo esemplare dal grande valore. L’origine di questa razza è l’isola di Texel, nei Paesi Bassi, da qui il nome del celebre montone pagato a peso d’oro. La vendita di Double Diamond è avvenuta tramite un’asta a Lanark, vicino a Glasgow, lo scorso 27 agosto. Inizialmente la cifra di base si attestava sulle 10.500 sterline ma in poco tempo è arrivata a 367.500 sterline ossia 490mila dollari. A riuscire ad accaparrarsi la pecora sono stati tre allevatori. Sembra che alla fine si sia trattata di una vera e propria battaglia a colpi di rialzi per portarsi a casa il montone. Alla fine, i tre agricoltori sono riusciti nell’intento e grazie all’acquisto della costosissima pecora Texel, sperano di fare un allevamento di pecore e quindi investire il denaro speso.

Il precedente record

In precedenza, il record di pecora più costosa era prerogativa di Deveronvale Perfection, un’altra Texel che nel 2009 fu venduta per 231mila sterline. 

Come scrive Business insider, che riporta le parole di uno degli acquirenti: Sapevamo che sarebbe stato qualcosa di veramente speciale. E’ semplicemente un animale eccezionale, supportato da tutta la migliore genetica. C’erano circa sette o otto persone che lo volevano davvero, davvero e questo è ciò che ha portato a un tale prezzo”.

Leggi anche: Dove fuggono i super ricchi mondiali per scappare dal coronavirus?

[email protected]

Argomenti: ,