La Juventus ora vale un miliardo, ecco come la borsa crede all’affare Cristiano Ronaldo

La Juventus con Cristiano Ronaldo ha già vinto la sua partita in borsa e sui social è boom. L'attaccante portoghese traina azioni e tifosi.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
La Juventus con Cristiano Ronaldo ha già vinto la sua partita in borsa e sui social è boom. L'attaccante portoghese traina azioni e tifosi.

Quando siamo arrivati alla seconda giornata di campionato di Serie A, il titolo Juventus a Piazza Affari ha toccato e superato 1 euro, per cui la società bianconera capitalizza ora in borsa più di un miliardo di euro. Dall’inizio dell’anno segna un rialzo del 34%, ma da quando la stampa quel 28 giugno scorso dava la clamorosa notizia di un Cristiano Ronaldo in trattativa per venire a giocare a Torino, il boom è del 57%. Da allora, in termini di capitalizzazione registriamo un aumento di ben 360 milioni di euro. Cifra casuale? Niente affatto, a conferma di come i mercati finanziari si muovano in un’ottica “scientifica”. A tanto ammonta, infatti, il costo sostenuto dal club di Andrea Agnelli e gestito da Giuseppe Marotta per avere in rossa l’attaccante portoghese nell’arco di un quadriennio, tra ingaggio lordo annuo (60 milioni) e prezzo pagato per il cartellino (120 milioni, tasse e oneri inclusi).

Effetto Ronaldo alla Juve, ecco il toto-scommesse su scudetto e capocannoniere di Serie A

Queste cifre ci segnalano come la borsa creda all’affare CR7, avendo assorbito totalmente il suo costo in una maggiore valutazione del titolo di pari importo. In effetti, le prospettive sul campo e per i bilanci appaiono piuttosto rosee per la Juve. Se le maglie di Cristiano Ronaldo si vendono come il pane e lasciano ipotizzare per quest’anno ricavi dal canale merchandising nettamente superiori ai circa 30,5 milioni della stagione passata, lo stesso uomo-immagine del club ha ammesso che il suo obiettivo è quello di vincere la Champions con la maglia bianconera.

Il bottino della Juve e la sfida social

Proprio la Champions League offrirà grosse soddisfazioni al club, indipendentemente dai risultati. Da sesta nel ranking storico della UEFA, avrà diritto a 29,9 milioni di euro per il solo accesso alla fase a gironi, la quale remunererà la società con altri 15,25 milioni, quand’anche perdesse tutte e sei le gare. E con il “market pool”, al club dovrebbe spettare una quota di altri più di 13 milioni di ricavi, incassando complessivamente quasi 58,5 milioni di euro, a cui si aggiungerebbero 900.000 euro per ogni gara pareggiata nella fase a gironi e 2,7 milioni per ognuna vinta. Insomma, il bottino si presenta ricco e per quanto stavolta la Juventus punti con la sua testa di ariete ad arrivare dritta in finale e ad alzare la coppa dalle grandi orecchie, bastano questi numeri per capire che gli uffici di ragioneria del club abbiano più di un motivo per sorridere.

E poiché CR7 è, anzitutto, immagine, il suo arrivo alla Juve ne sta trainando l’appeal social. Su Instagram, i follower del club sono aumentato di ben 1,5 milioni a quota 14,9 milioni in poco più di 3 settimane, raccogliendo nel periodo considerato più di 41 milioni di “mi piace” e 196.000 commenti. Su Facebook, sempre in meno di un mese la pagina Juve ha incrementato di circa 850.000 i seguaci a oltre 35 milioni di unità, mentre su Twitter ha segnato una crescita più contenuta, pari a circa 80.000 follower a quota 6,25 milioni. E +200.000 unità è il saldo per gli iscritti al canale YouTube, arrivati a 1,41 milioni e per un totale di 226,2 milioni di visualizzazioni nel periodo dato.

Cristiano Ronaldo alla Juve, ecco chi sono e dove vivono i suoi fan

[email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia nel pallone

I commenti sono chiusi.