La Germania si avvicina al pareggio di bilancio nel 2016

Secondo una nota diffusa dal Ministero, la Germania registrerà nel 2013 un deficit del bilancio federale in calo a 18,8 miliardi, pari allo 0,35% del Pil

di , pubblicato il

Grazie al buon andamento della congiuntura, almeno fino a questo punto, e al conseguente forte aumento del gettito fiscale, il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, si avvicina ai target di bilancio in maniera più rapida rispetto a quanto aveva previsto. Secondo una nota diffusa dal Ministero, la Germania registrerà nel 2013 un deficit del bilancio federale in calo a 18,8 miliardi, pari allo 0,35% del Pil, per circa 800 milioni in meno rispetto a quanto previsto nel marzo di quest’anno, e contro i 32,1 miliardi (26,1 miliardi la stima iniziale) di quest’anno.

“Un deficit strutturale dello 0,35% equivale ad un bilancio in pareggio” – scrive il comunicato – “un obiettivo che la Germania raggiunge con tre anni di anticipo rispetto agli obiettivi ufficiali”. Si ricorda che, nel 2011, il deficit di bilancio tedesco si era fermato a 17,3 miliardi per poi peggiorare nel 2012 a causa di un raddoppio delle uscite dovute ai trasferimenti al fondo salva-Stati Esm. Il deficit, dunque, dovrebbe scendere ulteriormente sempre grazie al gettito fiscale, alle minori spese sociali e al calo dei costi di rifinanziamento del debito. Si parla di uno 0,21% nel 2014 (13,1 miliardi contro 14,6 miliardi nelle stime di marzo), 0,1% nel 2015 (4,7 miliardi contro i previsti 10,3 miliardi) e 0,04% nel 2016. L’eccedenza, di un miliardo circa, prevista nel 2016 sarà versata in un fondo speciale per l’ammortamento del debito creato durante la fase più acuta delal crisi. Si tratterebbe del primo attivo di bilancio per la Germania dalla riunificazione. Già passato, tuttavia, i ministri delle Finanze Hans Eichel e Peer Steinbrueck, avevano promesso il ritorno all’attivo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:
>