La crisi dell’industria si aggrava e la ripresa si allontana: a luglio giù ordini e fatturato

In calo a luglio il fatturato e gli ordinativi dell'industria in Italia. La ripresa è sempre più lontana.

di , pubblicato il

Ancora dati pessimi in arrivo dall’Istat sullo stato dell’economia italiana. Nel mese di luglio, gli ordinativi industriali sono diminuiti dell’1,5% sul mese di giugno (dato destagionalizzato) registrando una flessione del 2,1% degli ordini esteri e dello 0,9% di quelli interni. Il dato grezzo tendenziale (confronto su base annua) rileva un calo dello 0,7%. Male anche il fatturato dell’industria, che sempre a luglio registra un calo dell’1% rispetto al mese di giugno, al netto dei fattori stagionali, a causa di una flessione dell’1,4% sul mercato estero e dello 0,9% su quello interno. Il calo è ancora maggiore su base annua: -1,3% è il dato destagionalizzato, sintesi di un crollo del 2,2% sul mercato interno e di un progresso dello 0,5% su quello estero. Nella media degli ultimi tre mesi (maggio-luglio 2014), il fatturato è diminuito dell’1,3% rispetto ai tre mesi precedenti. Le cifre sopra elencate dimostrano che l’economia italiana si starebbe allontanando dalla ripresa e mostrerebbe segni di aggravamento della crisi in atto ormai dal 2008. D’altronde, l’Ocse e il Centro studi di Confindustria hanno rivisto al ribasso le stime sul pil italiano nel 2014, addirittura, in calo dello 0,4%. Per S&P, l’Italia sarebbe destinata, invece, per quest’anno a una crescita zero.   APPROFONDISCI – Ordini e fatturato industria in calo a maggio in Italia, ecco la luce in fondo al tunnel Confindustria: Italia in recessione anche quest’anno. 7,8 milioni senza lavoro, consumi piatti

Argomenti: